Associazione Mantovani nel Mondo

Comune di Magnacavallo
Provincia di Mantova
P.zza G.Marconi, 5 46020 Magnacavallo

-Comune del Monumento all'Emigrato-

Dal giugno di questo anno sono il nuovo Sindaco del Comune di Magnacavallo e tra le prime iniziative a favore della nostra Comunità, nel solco di quando ideato e realizzato dai Comitati 1990 e 1995 per l'Emigrato da un auspicio contenuto nel libro di E.Benatti: Magnacavallo, ossia Comunità de' Boschi, edito dal Comune nel 1988, fatto proprio dalle due Amministrazioni precedenti, ho aderito all'invito dell'Associazione Mantovani nel Mondo di patrocinare ed organizzare, per l'11 settembre p.v., l'incontro celebrativo del IX° anniversario della posa del Monumento all'Emigrato, realizzato nel 1990 e donato al Comune : incontro da considerare propedeutico della festa grande nel settembre dell'anno 2000 , per ricordare il X° anniversario . E' nei miei propositi, che ritengo condivisibili dalla Amministrazione da me rappresentata, di costituire entro il settembre 2000, nella palazzina comunale di fronte al Monumento, il Museo permanente dell'Emigrazione mantovana nel mondo, il cui allestimento e cura saranno affidati all'A.M.M. realizzando l'idea che era stata abbozzata dall'Amministrazione comunale della passata legislatura .
Magnacavallo, piccolo paese a vocazione agricola, immerso nella pianura padana del basso mantovano in destra Po, ha sofferto particolarmente il fenomeno espulsivo della emigrazione di massa a far tempo dall'Unità d'Italia e fino ai giorni nostri . Attualmente la popolazione residente è di 1799 unità, mentre , per fare un esempiosignificativo, nel censimento nazionale del 1911, gli abitanti residenti erano 2711, quasi mille unità in più ; ed ancor più erano prima della seconda guerra mondiale . Forse è proprio per questo che, da qualche tempo, Magnacavallo viene definito in Italia e nel mondo Capitale morale dell'Emigrazione mantovana nel mondo.
Grazie all'azione divulgativa dell'A.M.M. e della Associazione Culturale dei Mantovani in Brasile, pure essa gemmata dai Comitati.
Anche questa Amministrazione, peraltro operante nella realtà attuale e proiettata nel futuro, è convinta che il legame affettivo e culturale tra i Residenti e gli Emigrati e loro Discendenti, quali componenti della stessa Comunità, vada in ogni modo rafforzato, per la conservazione e la valorizzazione della memoria delle comuni radici. Perchè, come è stato detto, un popolo ed una Comunità -per quanto piccola, come la nostra- se avranno perso la memoria del passato affettivo e culturale, avranno perso anche la propria identità. Anche per questo il Comune di Magnacavallo ha sempre agevolato la possibilità di dare l'estrema sepoltura nel locale cimitero agli Emigrati e loro Discendenti; fenomeno emblematico, che sta a significare la caparbia volontà di tanti magnacavallesi di non tagliare l'ideale cordone ombelicale dei ricordi e degli affetti, che li lega alla terra d'origine dei padri.
Credo, infine, che tocchino i cuori di tutti noi le parole del sommo poeta e fatte proprie dai Comitati:
" Ti saluto, o Terra cara a Dio, Ti saluto, o Terra santissima, Terra sicura ai buoni, Terra tremenda per i malvagi, Terra più nobile di ogni altra cosa e più fertile e più bella, cinta dal duplice mar, splendida per l'Alpe famose....
Pieno di gioia io Ti contemplo, o Italia ... Riconosco la mia Patria e gioioso la saluto: salve o mia madre bella, salve, o gloria del mondo!"
(F.Petrarca,Epistole metriche,III,XXIV-1353)
Auspicando rapporti sempre più sistematici ed organizzati tra Residenti ed Emigrati, invio a tutti, anche a nome dell'Amministrazione, un cordiale saluto ed un ...a presto arrivederci, in massa nel settembre 2000 !

Dalla sede municipale, 26 agosto 1999

Il SINDACO
Dott. Andrea Pinotti

 

Mantovaninelmondo©1999