23 ottobre 2001                                           Comunità  Europea    News 2002

  MIGRAZIONI

INIZIATIVA CONGIUNTA DEGLI ISTITUTI DI CULTURA EUROPEI DI LISBONA 

 
In una iniziativa inedita - per lo meno su tale scala - i diversi Istituti Culturali europei presenti in Portogallo (Istituto Italiano di Cultura, British Council, Goethe Institut, Istituto Cervantes, Istituto Franco-Português, Istituto Ibero-Americano di Finlandia) si sono uniti per ideare e presentare una serie di eventi nell'area delle arti e del sociale, che avranno luogo a Lisbona nell'ambito di "ExpoLingua Portugal 2002" dal 21 al 31 Ottobre 2002.All'iniziativa hanno aderito anche l'Ambasciata Svizzera, il Comune di Lisbona, la Casa Fernando Pessoa e l'Instituto Português de Fotografia. 
Obiettivo dell'iniziativa "MIGRAZIONI" è quello di presentare aspetti dell'esperienza migratoria nei vari paesi europei attraverso il cinema, la letteratura, la fotografia, i problemi dell'integrazione linguistica, ecc., con particolare attenzione al contributo dato dalle comunitá di immigranti ai loro Paesi d'adozione e le problematiche legate all'incontro-scontro di culture diverse che spesso accompagnano il fenomeno dell'emigrazione. 
Tema polemico e delicato. Che cos'è l'Europa? Un mito? Una realtà? Un progetto? O 
tutte e tre le cose insieme? Forse. Ciò che è sicuro è che le "migrazioni" hanno sempre fatto parte della storia europea, ne sono state un importante elemento costitutivo.  Nel mito, Giove porta la principessa fenicia che darà il suo nome al 
nostro continente. Nella realtà, gli storiografi di tutte le epoche, iniziando da "padre" Erodono, accentuano l'importanza dei contatti culturali degli emigranti greci e fenici con civiltà più evolute per la creazione della nostra cultura. In futuro, dicono alcuni analisti, solo gli emigranti potranno salvare il nostro continente da un pericoloso invecchiamento. In futuro, dicono altri, i nostri modi di vita, la nostra cultura, dovranno affrontare difficili contingenze. Ragioni per cui quasi tutti i Paesi dell'Unione Europea si trovano attualmente a riflettere sull'introduzione di nuove legislazioni per l'emigrazione. 
In sintesi l'evento prevede: 

- una mostra fotografica co-organizzata dal Goethe Institut, dal British Council, e dall'Istituto Italiano di Cultura, curata ed allestita dal Centro Portugués de Fotografía. Le foto della parte italiana sono di Diego Giuliani, collaboratore abituale della RAI. Un catalogo specifico affiancherà la mostra. 

- degli incontri letterari con scrittori emigrati che scrivono e pubblicano nelle lingue dei Paesi d'adozione. Partecipano il siriano Adel Karasholi (Germania), il persiano Alexis Kouros (Finlandia), l'angolano José Eduardo Agualusa (Portogallo), il ceylonese Romesh Gunesekera (Regno Unito), l'algerina Azouz Begaq (Francia) il peruviano-giapponese Fernando Iwasaki Cauti (Spagna), il mozambicano Luís Carlos Patraquim (Portogallo) e l'iracheno Younis Tawfiq (Italia). Yunis Tawfiq, laureato in Lettere e Filosofia presso l'Universitá di Torino, risiede in Italia dal 1979. Collabora con "La Stampa", "Il Messaggero" e "Il Mattino". E´ docente di Lingua e Letteratura Araba presso le Università di Torino e Genova. Vincitore di vari premi letterari tra cui Il Premio Nazionale di Poesia della Presidenza della Repubblica, il Premio Grinzane Cavour 2000, Il Premio Comisso, il Premio Fenice Europa e il Premio Regium Julii 2000. E' autore di vari libri, romanzi e saggi, tra cui "Apparizione della dama babilonese ", "Corso di Arabo Moderno", "La città dell'anima", ecc. Il suo ultimo romanzo, " La Straniera", è stato edito da Bompiani. 

- Colloqui linguistici: "Lingua: insegnamento e identità", in cui esperti di settore dei diversi Paesi analizzeranno i problemi connessi all'inserimento linguistico degli emigrati. Il caso italiano verrà illustrato dalla Prof.ssa Anna Giacalone Ramat, docente di linguistica presso l'Università di Pavia. Il colloquio avrá come coordinatore-moderatore il Prof. Andreas Staab dell' European Policy Information Centre. 

- Un ciclo di cinema, con la proiezione nelle sedi dell'Istituto Italiano di Cultura e dell' Istituto Franco-Portugués di 7 films, tra cui l'inglese "Bend it like Beckham", la co-produzione italo-svizzera "Escape to Paradise" del regista Nino Jacusso, il film francese "Samia" , lo spagnolo "Bwana". Il tedesco "Kurz und Schmerzlos", il portoghese "Ganhar a Vida", ecc. 

All rights reserved
Mantovaninelmondo© 1999-2002


liberatiarts© Mantova Italy