dicembre 2002                                           Sudamerica    News 2002

 Argentina un aiuto concreto

Ninos: un gesto di solidarietā per il futuro dell'Argentina.
Manda un buono pasto a un bambino argentino.

L'Argentina č un paese travolto da una tremenda crisi economica e sociale che ha giā causato centinaia di vittime e di cui non si vede ancora una soluzione.
Le cause del disastro sono diverse: dalla sciagurata gestione dell'economia e della finanza nazionali, all'imposizione di ricette sbagliate del Fondo Monetario Internazionale, come denunciato, tra gli altri, dal Premio Nobel ed ex consigliere di Clinton, Joseph Stiglitz. 
Oggi la situazione č drammatica sotto molti punti di vista. Cresce spaventosamente la povertā anche tra coloro che fino a pochi mesi fa erano riusciti a mantenere un tenore di vita dignitoso e i bambini - i niņos - sono le prime vittime di questa tragedia. Bambini, come č accaduto in queste settimane a Tucuman, che muoiono letteralmente di fame. E non perché manchino alimenti ma perché la povertā in cui sono sprofondate le loro famiglie impedisce di acquistarli. I dati che riguardano la sottoalimentazione infantile, le malattie curabili trascurate, l'abbandono scolastico e l'aumento della violenza sono spaventosi. L'Europa ha una grande responsabilitā; deve ridurre il suo attuale protezionismo, aprendosi alle importazioni argentine, dal momento che questa č la condizione per riattivare l'economia di quel paese. Ma anche l'Italia deve fare molto di pių di quanto ha fatto finora.
Dobbiamo aiutare quel paese in ginocchio, pensando anche ai milioni di cittadini argentini di origine italiana che oggi stanno soffrendo. Il rischio č gravissimo: dopo la scomparsa di un'intera generazione negli anni '70 (i 30.000 giovani desaparecidos durante la feroce dittatura militare) adesso si potrebbe ripetere la stessa sciagura: questa volta una generazione di bambini e adolescenti argentini potrebbe essere spazzata via, o segnata per tutta la vita, dalla fame, dalla denutrizione, dalle malattie, dall'emigrazione forzosa. Acquista uno, dieci, cento buoni-pasto ? aiuta uno, dieci, cento niņos argentini a sopravvivere. Ogni buono-pasto, del valore di 1 euro, verrā utilizzato nelle mense popolari, gestite da strutture serie e affidabili preesistenti alla crisi, della periferia poverissima della provincia di Buenos Aires e di Rosario. A raccogliere i contributi, su appositi conti correnti, sarā l'ICEI (Organismo Non Governativo per la cooperazione allo viluppo), presente da anni in Argentina con svariati progetti di aiuto e solidarietā: 
c/c bancario, presso la Banca Popolare Etica Abi 5018 Cab 12100 c/c n° 103934, intestato all'ICEI 
c/c postale n° 31865207, intestato all'ICEI causale: Niņos di Argentina
I fondi saranno recapitati direttamente alle mense dove i bambini e gli indigenti possono mangiare. Il Circolo "Enrico Berlinguer" di Buenos Aires, costituito di recente dai figli degli emigranti italiani, collaborerā sul posto, in questa azione di solidarietā. I garanti della Campagna Niņos di Argentina sono:
Estela Carlotto Presidente dell'Associazione Abuelas de Plaza de Mayo
Giovanni Bollea Neuropsichiatra infantile Massimo D'Alema Presidente Democratici di Sinistra Stefano Fancelli Presidente Sinistra Giovanile
Piero Fassino Segretario nazionale Democratici di Sinistra
All'iniziativa aderisce: Adolfo Perez Esquivel Premio Nobel per la pace

All rights reserved
MantovaninelmondoŠ 1999-2002


liberatiartsŠ Mantova Italy