Mantovani nel Mondo     

Iniziative

LA BATTAGLIA DELLA “DANTE” PER L’ITALIANO NELL’UE: PRIMA RISPOSTA UFFICIALE DELLA COMMISSIONE EUROPEA

Mario Tenreiro, Capo Unità “Questioni Istituzionali” della Commissione Europea, conferma l’impegno a favore del multilinguismo, ritenuto «essenziale in un’Unione di 27 Stati membri con 23 lingue ufficiali»

Prosegue incessante la battaglia sostenuta dalla Società Dante Alighieri per difendere i “diritti” della lingua italiana in sede di Unione Europea. Dopo i ripetuti richiami alle scorrette applicazioni del regolamento plurilinguistico sul sito ufficiale dell’Unione Europea, finalmente arriva una prima risposta ufficiale della Commissione Europea con una lettera indirizzata da Mario Tenreiro, Capo Unità “Questioni Istituzionali”, al Segretario Generale della “Dante”, Alessandro Masi, sulla non disponibilità della versione italiana di alcune pagine del portale UE. «Possiamo rassicurare la Società Dante Alighieri - scrive Tenreiro - sull’impegno della Commissione a favore del multilinguismo, che consideriamo essenziale in un’Unione di 27 Stati membri con 23 lingue ufficiali. La creazione di un portafoglio specifico testimonia l’importanza che attribuiamo al multilinguismo ed è nostro obiettivo garantire il rispetto di tale principio, sia all’interno della Commissione, sia nelle relazioni con le altre Istituzioni europee, con gli Stati membri e coi cittadini europei». «La Commissione - si legge ancora nella lettera inviata a Masi dal Capo Unità “Questioni Istituzionali” - è pienamente consapevole della necessità di fornire ai cittadini europei la massima quantità di informazioni nel maggior numero possibile di lingue, nei limiti imposti dalle risorse umane e finanziarie disponibili. In linea con questi principi e data l’importanza di Internet per la comunicazione sulle questioni europee, alla fine del 2007 la Commissione ha adottato una nuova strategia, nel cui contesto la traduzione, accanto all’interattività e al miglioramento dei contenuti, riveste un ruolo fondamentale».
Nella lettera sono inoltre indicati i portali che attualmente riportano informazioni in tutte le lingue ufficiali dell’Unione: http://europa.eu/index_it.htm - http://europa.eu/pol/index_it.htm - http://europa.eu/institutions/index_it.htm - http://europa.eu/documents/index_it.htm  http://europa.eu/languages/it/home  http://ec.europa.eu/health-eu/index_it.htm - http://europa.eu/youth/index.cfm?1_id=it   http://ec.europa.eu/youreurope/index_it.html - http://europa.eu/abc/index_it.htm
La risposta della Commissione giunge in seguito alle numerose iniziative intraprese dalla Società Dante Alighieri e dal Segretario Generale Masi per il rispetto del regolamento plurilinguistico del 1958, confermato in quello del 2008, ultima delle quali la “lettera aperta” pubblicata sull’edizione odierna di “Italia Oggi” in risposta all’editoriale del Direttore de “Il Mondo”, Enrico Romagna-Manoja, “Berlusconi rinunci all’italiano in Europa”.
«Il problema consiste nella corretta applicazione delle norme statutarie e dei regolamenti in sede comunitaria - afferma Masi su “Italia Oggi” - che vogliono l’uso paritario di tutte le lingue dei Paesi membri UE». Nella “lettera aperta” è ribadito in particolare l’apporto specifico che la nostra lingua, il nostro patrimonio artistico e il nostro prodotto nel settore industriale hanno dato e potranno dare in futuro all’Europa.

----°°°°-----

Vorrei aggiungere qualche parola sia sul metodo che sul contenuto delle risposte per nulla convincenti della Commissione Europea, visto che a grandi linee è la stessa risposta che mi fu data dopo che avevo lamentato la mancanza di documenti in lingua italiana,
 cinque anni fa (qui sotto e pubblicata  in questo stesso sito al seguente indirizzo
 
http://www.mantovaninelmondo.com/Associazione/notizie/2005/italiano.htm ) .
Oggi, se si cerca anche al solo scopo informativo, procedure, bandi, concorsi, leggi ,  giustamente in lingua italiana... non ci sono, se non in una minima parte. Quindi, questi "signori" (compresi gli italiani) che affollano le ben remunerate sale del Parlamento Europeo sarebbe ora che si occupassero delle cose essenziali e la smettessero di misurare lunghezza e forma delle banane !!
Pietro Liberati

----°°°°-----

From: Pietro
Sent: samedi
1 novembre 2003 23:07
To: PRESS EUROPA-WEBMASTER
Subject: Notizie "fresche in Italiano"

Trovo inaccettabile che non siano pubblicate uniformemente le notizie in italiano, al pari della lingua inglese o francese, in alcuni casi anche dello spagnolo, è vergognoso, poi si parla tanto di rilancio della cultura e lingua italiana nel mondo! Ma se non siamo capaci nemmeno da dentro le istituzioni a farlo al pari dei partner Europei poi cosa pretendiamo ??
Grazie dell'attenzione (se vi sarà da parte Vostra )
Pietro Liberati Mantova

E la risposta ...
----- Original Message -----
From: Europawebmaster@cec.eu.int
Sent: Tuesday, November 04, 2003 2:38 PM
Subject: RE: Notizie "fresche in Italiano"

Egregio Signore,
La ringraziamo per il suo e-mail. La Commissione europea pubblica sistematicamente i documenti ufficiali in tutte le 11 lingue ufficiali dell'Unione europea (non  è vero, guardare il sito per verificare! ndr). Il sito EUROPA, però, contiene, oltre ai documenti ufficiali, un'enorme quantità di altre informazioni di carattere generale o specialistico. La Commissione si è sempre adoperata per presentare tali informazioni nel maggior numero di lingue possibile al fine di renderle accessibili ad un pubblico quanto più vasto possibile (balle!! ndr). Tuttavia, ciò non è sempre fattibile in quanto richiede risorse finanziarie, umane e tecniche supplementari.  (no coment!! ndr)  Le assicuriamo che facciamo tutto il possibile per soddisfare i visitatori di EUROPA, migliorando costantemente la qualità del sito e presentando le informazioni nel maggior numero di lingue possibile. Nell'augurarle una piacevole navigazione nel nostro sito, restiamo a sua disposizione per ulteriori informazioni e chiarimenti. Distinti saluti,
Dimitris POLITIS
EUROPA Webmaster Team
Ogni ulteriore commento credo sia superfluo ....
 

Mantovaninelmondo© 1999-2008
All rights reserved

 liberatiarts© Mantova Italy