2007   NEWS in breve dalla REGIONE  LOMBARDIA   

le altre REGIONI Italiane)


link:
sito ufficiale della Regione Lombardia
Vai al Sito ufficiale della Regione

Alcuni indirizzi utili della Regione
Le web-cam monti Lombardi

il portale dei Lombardi nel Mondo
Portale dei Lombardi nel Mondo

Le notizie:
precedenti

Formigoni firma convenzione per la realizzazione dell'autostrada regionale Cremona-Mantova
Mantova, 35 milioni per la conca e il porto di Valdaro
è attivo il sito delle Relazioni Internazionali della Regione
A Milano, Brescia e Mantova alloggi per le Forze dell'Ordine
Quattro Motori per l’Europa e cooperazione allo sviluppo esperienze a confronto
In giugno missione di Formigoni in Russia
5 aeree "prioritarie" per la biodiversità individuate dalla Regione in provincia di Mantova
Buono Scuola 2006-2007  esclusivamente on line
Missione in Brasile del sottosegretario Robi Ronza
Superdelegazione della sanità alombarda in Argentina e Uruguay
Il presidente Roberto Formigoni incontra l'Ambasciatore USA in Italia
Invito al Presidente Bachelet (Cile) a visitare la Regione Lombardia
 

 

Formigoni firma convenzione per la realizzazione dell'autostrada regionale Cremona-Mantova,

Formigoni_firmarmata alla presenza del presidente della Regione Roberto Formigoni e dell'assessore alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo, la convenzione per la realizzazione della prima autostrada regionale, la Cremona-Mantova. Il documento è stato firmato dal presidente e dal direttore generale di Infrastrutture Lombarde (soggetto concedente), Giovanni Bozzetti e Antonio Rognoni, e dal presidente di Stradivaria, il raggruppamento di imprese che darà vita all'autostrada Cremona-Mantova, Augusto Galli. L'autostrada sarà lunga 59,3 chilometri (a due corsie più quella di emergenza per senso di marcia), avrà un costo di 762 milioni (più Iva) e vedrà l'inizio dei lavori nel 2009 e la conclusione della prima fase nel 2012. "Si tratta - ha sottolineato il presidente Formigoni -di una infrastruttura assolutamente necessaria, richiesta dal territorio e sulla quale Regione Lombardia è stata capace di costruire un ampio consenso. Anche in questo campo, la Regione ha saputo capire in anticipo i bisogni ed è intervenuta con azioni innovative, precorritrici dei tempi, prima criticate e poi imitate da tutti". "Con la realizzazione della Cremona-Mantova - ha detto l'assessore Cattaneo - Regione Lombardia si dimostra ancora una volta pioniera nel campo delle infrastrutture, come 81 anni fa, con la realizzazione della prima autostrada con pedaggio, la Milano-Varese". Regione Lombardia ha in programma altre due autostrade regionali:
- la Broni/Stradella-Mortara;
- l'interconnessione tra la Pedemontana e la Brebemi.
"Gli obiettivi che vogliamo raggiungere con questo intervento - ha aggiunto Cattaneo - sono molteplici:
- creare un asse intermodale al centro della Pianura Padana che colleghi le infrastrutture nazionali e quelle locali;
- potenziare i collegamenti con gli aeroporti padani, i due porti fluviali di Cremona e Mantova e i relativi poli logistici;
- realizzare un nuovo corridoio medio-padano che consenta percorsi alternativi e meno congestionati".
La Cremona-Mantova sarà realizzata con caratteristiche innovative. Previsti, infatti, interventi e soluzioni che hanno particolare attenzione per l'ambiente e per la sicurezza. Per quanto riguarda l'ambiente, verranno installati pannelli solari fotovoltaici sulle barriere antirumore e per il riscaldamento delle stazioni di sosta e di servizio, l'energia verrà prodotta da impianti di biogas (le materie prime deriveranno direttamente dalla gestione autostradale e dai territori attraversati), sarà realizzata una serie di idrogenodotti e gli impianti idroelettrici sfrutteranno la presenza di due corsi d'acqua artificiali, il Dugale Delmona e il Diversivo Magio. La banda larga, inoltre, collegherà le utenze private, agricole, artigianali e industriali presenti sul territorio.
Particolare attenzione sarà data alla sicurezza e all'assistenza in caso di incidenti con pannelli informativi sempre in funzione, presidi infrastrutturali permanenti e sistemi di prevenzione degli incendi automatici. Novità anche per quanto riguarda i pedaggi: tariffe variabili in base a diversi parametri, tra i quali giorni e orario d'ingresso, tipo di veicolo e sue emissioni inquinanti, periodicità della frequenza. (Ln)



Mantova, 35 milioni per la conca e il porto di Valdaro
Le due opere serviranno a potenziare la navigazione sia merci sia turistica

L'assessore al Territorio e Urbanistica, Davide Boni, presidente dell'Aipo (Agenzia interregionale per il Po), e il presidente della Provincia di Mantova, Maurizio Fontanili, hanno presentato le due importanti infrastrutture per il potenziamento della navigazione interna finanziate con 35 milioni di euro. Sono:
- la realizzazione della conca di Valdaro, che consentirà di collegare direttamente i laghi di Mantova con il canale navigabile Mantova-Adriatico, con un investimento di 23.400.000 euro, a cura di Aipo;
- il completamento e l'ammodernamento del porto di Valdaro, con uno stanziamento di 11.567.000 euro, attraverso la realizzazione, da parte della Provincia di Mantova, di tutte le infrastrutture necessarie (raccordi ferroviari, viabilità interna, piazzali, impianti, spazi per le imprese).

Queste nuove opere permetteranno un deciso ampliamento delle possibilità di trasporto via acqua sia per il traffico merci sia per la navigazione turistica, settori, entrambi, in forte espansione.
Mantova diventerà, quindi, un nodo fondamentale nel sistema di navigazione fluviale e nell'intermodalità ferro-gomma-acqua.
La nuova conca, infatti, consentirà un collegamento diretto indipendente dal livello del Po e quindi sempre navigabile tra le banchine dei grandi insediamenti industriali mantovani e i porti del nord est, senza contare le prospettive dello sviluppo del turismo da diporto e delle crociere fluviali.

Oltre a queste due fondamentali opere, l'Aipo, sempre avvalendosi di fondi della Regione Lombardia (500.000 euro) realizzerà - in attesa che i lavori per la conca siano ultimati - una "tura" (cioè uno sbarramento) mobile sul Mincio nei pressi della foce in Po, in modo da garantire un sufficiente livello dell'acqua anche nei periodi di magra estiva.
Infine, vanno ricordati i progetti curati dall'Aipo, sempre con fondi regionali, relativi alla navigazione nel Po: uno incentrato sulla navigazione a corrente libera (attuando cioè interventi mirati lungo il fiume per aumentare i giorni di navigabilità), per 200.000 euro, e un secondo dedicato all'ipotesi bacinizzazione di alcuni tratti del fiume (700.000 euro).

"I fondi destinati al territorio mantovano e i progetti che abbiamo in cantiere - commenta Boni - sono necessari per risolvere le problematiche che affliggono i territori circostanti il fiume Po. Purtroppo, però, fino ad oggi è risultata evidente l'inadeguatezza delle risorse economiche, statali e regionali, disponibili per proseguire velocemente nel completamento dei programmi di difesa idraulica e ambientale. Ecco perché è importante che la responsabilità dello sviluppo e della tutela del territorio sia affidata completamente agli enti locali". (Ln)
Lombardia Notizie
 


Sito delle Relazioni Internazionali

Da settembre è attivo il sito delle Relazioni Internazionali a cui si può accedere tramite il motore di ricerca del portale di Regione Lombardia, oppure utilizzando l'attuale indirizzo www.internazionale.regione.lombardia.it.

Al  suo  interno  troverete,  fra  l'altro,  notizie degli incontri e delle missioni  istituzionali del Presidente Formigoni, delle politiche regionali di  internazionalizzazione,  delle  attività di cooperazione allo sviluppo, con l'indicazione dei bandi regionali aperti.  Abbiamo voluto creare uno strumento che fosse di aiuto per tutti quelli che hanno  un interesse verso l'attività internazionale della Regione, fornendo documenti,  leggi,  accordi, notizie e collegamenti interni alla Regione ed esterni.
Si tratta solo di un inizio.
Ci  auguriamo  che  il  sito  possa esservi utile, anche grazie a eventuali vostri suggerimenti e segnalazioni.
 


A Milano, Brescia e Mantova alloggi per le Forze dell'Ordine

Il presidente della Regione, Roberto Formigoni, affiancato dall'assessore alla Casa e Opere Pubbliche, Mario Scotti, ha sottoscritto con il prefetto di Milano, Gian Valerio Lombardi, e i rappresentanti dei Comuni di Milano (assessore Carlo Masseroli), Brescia (assessore Claudio Bragaglio) e Mantova (arch. Marco Zenesini) tre Accordi per realizzare altrettanti programmi di edilizia residenziale pubblica per favorire l'insediamento di appartenenti a Forze dell'Ordine nelle realtà urbane, mettendo loro a disposizione un certo numero di alloggi.
Il finanziamento complessivo dell'operazione è di 15.350.000 euro. Si tratta di risorse statali rimaste inutilizzate dal 1991, relative al fondo ex art. 18 della legge 203/91 per la realizzazione di alloggi per i dipendenti delle Amministrazioni dello Stato impegnati nella lotta alla criminalità organizzata.

"Con questi Accordi - ha spiegato Formigoni - diamo riposta al bisogno abitativo di alcune categorie benemerite di persone che ogni giorno ci aiutano a garantire una vita serena per le nostre comunità. Si tratta di uno strumento complementare alle politiche per la sicurezza dei cittadini, che prevedono appunto una maggiore presenza sul territorio di agenti di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza".
"Va sottolineato - ha aggiunto l'assessore Scotti - come la compartecipazione di risorse pubbliche e private possa mettere in campo una serie di interventi rivolto alla generalità dei cittadini, che moltiplica la portata dell'intervento pubblico".
Il prefetto Lombardi ha sottolineato in particolare come questi Accordi si inseriscano "in un contesto di collaborazione molto forte con Regione Lombardia".

Questi, in sintesi, i termini degli Accordi.

COMUNE DI MILANO
- 11 milioni di euro;
- il Comune ha manifestato la disponibilità a localizzare l'intervento in un'area, destinata a standard, posta in prossimità del quartiere Ponte Lambro;
- prevista la realizzazione di circa 1.000 alloggi.

COMUNE DI BRESCIA
- 3,6 milioni di euro;
- prevista la realizzazione di 20 alloggi di edilizia agevolata in locazione (per non meno di 12 anni), 34 alloggi di edilizia sovvenzionata la cui proprietà sarà trasferita all'ALER di Brescia, 42 unità immobiliari per la locazione temporanea di studenti (60 posti letto) e per categorie di utenti speciali (es. giovani, giovani coppie, anziani), 2.400 mq di terziario direzionale, 96 alloggi di edilizia convenzionata destinati alla vendita.

COMUNE DI MANTOVA
- 750.000 euro;
- prevista la realizzazione di 36 alloggi di edilizia agevolata a proprietà indivisa delle cooperative cessionarie con impegno ad affittarli per 12 anni e 19 alloggi di edilizia convenzionata destinati alla vendita. (Ln)


Quattro Motori per l’Europa e cooperazione allo sviluppo esperienze a confronto”
Giovedì 31 Maggio 2007 - dalle h.. 9.00 - 14.00
AUDITORIUM “GIORGIO GABER” – PALAZZO PIRELLI
P.zza Duca D’Aosta, 3 – MILANO

PROGRAMMA
Ore.09.00 – 9.20
Accoglienza partecipanti e registrazione
Ore 09.20–9.30
Saluti di Roberto Ronza - Sottosegretario alle Relazioni Internazionali di Regione Lombardia
Ore 09.30-9.40
Introduzione ai lavori di Alessandro Grassini - Associazione delle Organizzazioni per la cooperazione e la solidarietà internazionale della Lombardia
Ore 09.40-11.00
Apre i lavori Giuseppe Frangi – Direttore del settimanale “VITA”
“Il ruolo delle Regioni dei Quattro Motori per l’Europa nella cooperazione allo sviluppo”
Un rappresentante del Ministero per gli Affari Europei del Baden Württemberg  Jean-Philippe Bayon – Vice Président della cooperazione decentrata del Rhône-Alpes - David Minoves - Direttore dell’Agenzia Catalana di Cooperazione della Catalogna -Roberto Ronza: Sottosegretario alle Relazioni Internazionali di Regione Lombardia
Ore 11.00-12.00
“Il contributo delle ONG dei Quattro Motori per l’Europa nella cooperazione allo sviluppo”
Irene Catanzariti: rappresentante Associazione delle Organizzazioni per la cooperazione e la solidarietà internazionale della Lombardia (Italia) -Rose Marie Di Donato: rappresentante di RESACOOP, servizio per la cooperazione decentrata del Rhône-Alpes -Eduard Soler: rappresentante della Federazione Catalana d’ONG per lo Sviluppo  - Ralph Griese: rappresentante DEAB – piattaforma delle ONG del Baden Württemberg
Ore 12.00-13.00
“La cooperazione italiana e dell’Unione Europea ed i suoi riflessi sulla cooperazione di iniziativa regionale”
Stefano Cacciaguerra -Ufficio coordinamento Cooperazione Decentrata - Ministero degli Affari Esteri - DGCS (MAE): Patrice Lenormand – Direzione Generale Development della Commissione Europea - Marta Guglielmetti – Responsabile per l’Italia “Comunicazione e Partnership” Campagna Millennium Goals – Nazioni Unite - Arturo Alberti – rappresentante Associazione ONG Italiane (AOI)
Ore 13.00-13.15
Presentazione del progetto “Gli Obiettivi del Millennio” realizzato dal Liceo Scientifico Statale “Luigi Cremona” di Milano.
Ore 13.15-13.30
Lele Pinardi – Presidente Associazione delle Organizzazioni per la cooperazione e la solidarietà internazionale della Lombardia
Ore 13.30-14.00
Conclusioni: Roberto Formigoni - Presidente della Regione Lombardia
Altri interventi dal pubblico sono previsti durante il convegno.


In giugno missione di Formigoni in Russia
Tappe a Mosca, San Pietroburgo e Novosibirsk. Incontro con il ministro Kudrin

 

"Guiderò personalmente in Russia una delegazione rappresentativa di tutto il sistema lombardo (mondo delle imprese, sistema fieristico e istituzioni, scientifiche e culturali in particolare) per rilanciare una cooperazione sempre più intensa, nella consapevolezza di tutte le opportunità che la Federazione Russa può offrire". Lo ha annunciato il presidente della Regione, Roberto Formigoni, intervenendo alla Conferenza "Produrre e vendere in Russia", organizzata nel giorno in cui ricorre il 40° anniversario di gemellaggio tra Milano e San Pietroburgo, ospitata a Palazzo Marino alla presenza del ministro delle Finanze della Federazione Russa, Aleksej Leonidovich Kudrin, del nostro ministro dell'Economia e delle Finanze, Tommaso Padoa Schioppa, di autorità locali e di esponenti del mondo della finanza e della cultura. La missione, in programma all'inizio di giugno, toccherà Mosca, San Pietroburgo e Novosibirsk, in Siberia. Si concentrerà su ambiti quali sanità, biotecnologie, agro-alimentare, turismo, energia, moda, arredamento e università. "Il nostro interesse e quello delle imprese lombarde - ha precisato Formigoni - è sì rivolto all'acquisizione delle innovative tecnologie russe, ma la Lombardia, che rappresenta la punta di eccellenza italiana per la ricerca e innovazione tecnologica, intende anche proporre le proprie esperienze più avanzate, specialmente nell'ambito della tecnologia e della nanomedicina". "Auspico che la condivisione delle conoscenze - ha aggiunto Formigoni - si intensifichi attraverso gli accordi di cooperazione tra Università, che sigleremo durante la missione, e che prevedono scambi di studenti e i ricercatori". I dettagli della missione sono stati analizzati nel corso dell'incontro personale che il presidente Formigoni ha avuto, al termine dei lavori della conferenza, con il ministro russo Kudrin. Formigoni ha sottolineato come la tradizione storica veda nella Russia un grande attore innanzitutto europeo e un soggetto col quale sviluppare partnership e condividere risposte alle questioni attuali più importanti e strategiche per lo sviluppo condiviso. "Regione Lombardia - ha detto ancora il presidente Formigoni - vede una grande opportunità di crescita da cogliere, puntando a sviluppare tutte le possibili forme di collaborazione. Il confronto con la Russia è fondamentale ad esempio in ambiti strategici come l'energia, la sicurezza, l'ambiente".
(Ln) Lombardia Notizie


5 le aeree "prioritarie" per ciò che riguarda la biodiversità,
 individuate dalla Regione   in provincia di Mantova :
Fiume Mincio e Laghi di Mantova - Bosco della Fontana - Paludi di Ostiglia
Fiume Po- Basso corso del fiume Secchia

Sono 35 le aree lombarde considerate "prioritarie" per ciò che riguarda la biodiversità. Le zone sono state individuate da un team di ricercatori - che ha identificato per ognuna le opportunità per la tutela e le specifiche minacce alla biodiversità - nell'ambito del progetto "Reti ecologiche nella pianura lombarda".
I risultati della prima fase di questo progetto sono stati illustrati nel corso di un workshop organizzato dall'assessorato alla Qualità dell'Ambiente, dedicato appunto alle "Aree prioritarie per la Biodiversità nella Pianura Padana Lombarda".  "Si tratta di un progetto biennale - ha spiegato l'assessore Marco Pagnoncelli - che ha come scopo l'individuazione delle aree a maggior biodiversità, nell'ambito territoriale della cosiddetta Ecoregione Pianura Padana". "L'obiettivo - ha sottolineato Pagnoncelli - è fornire un supporto conoscitivo per una pianificazione territoriale basata sempre più su dati scientifici e che quindi tenga conto e valuti le criticità che possono nascere tra la conservazione della biodiversità e lo sviluppo socio-economico". "L'impegno dell'assessorato alla Qualità dell'Ambiente - ha concluso l'assessore - per la costituzione della Rete Ecologica Regionale è rilevabile anche all'interno del nuovo progetto di legge quadro sulle aree protette che dovrà aggiornare ed integrare l'attuale normativa e che vorremmo portare all'attenzione del Consiglio regionale entro l'anno".
Queste le 35 aree "prioritarie":
- Colline del Varesotto e dell'Alta Brianza
- Boschi e Brughiere del Pianalto Milanese e del Varesotto
- Boschi dell'Olona e del Bozzente
- Bosco di Vanzago e Parco del Roccolo
- Groane
- Fiume Adda
- Canto di Pontida
- Fiume Brembo
- Boschi di Astino e dell'Allegrezza
- Colli di Bergamo
- Fiume Serio
- Fiume Oglio
- Monte Alto
- Torbiere d'Iseo
- Colline del Sebino orientale
- Monte Orfano
- Fiume Mella e collina di Sant'Anna
- Fiume Chiese e colline di Montichiari
- Colline gardesane
- Lago di Garda
- Laghetto del Frassino
- Fiume Mincio e Laghi di Mantova
- Bosco della Fontana
- Paludi di Ostiglia
- Fiume Po
- Basso corso del fiume Secchia

- Fascia centrale dei fontanili
- Collina di San Colombano
- Fiume Lambro Meridionale
- Risaie, fontanili e garzaie del Pavese e del Milanese
- Valle del Ticino
- Lomellina
- Basso corso del torrente Staffora
- Cave rinaturalizzate dell'Oltrepò pavese
- Oltrepò pavese collinare e montano. (Ln)


BUONO SCUOLA 2006-2007 CON UN CLICK!

Dal 26 Aprile al 31 Maggio sarà possibile richiedere il Buono Scuola esclusivamente on line. La domanda di contributo per il rimborso delle spese sostenute nell'anno scolastico 2006/2007 la potrai compilare cliccando sul pulsante Domanda Buonoscuola e seguendo le istruzioni che si trovano nel Manuale d'uso presente nella sezione Documentazione.
La compilazione sarà semplice come la domanda cartacea, ma molto più veloce. La comunicazione di assegnazione del relativo rimborso sarà inoltrata con e-mail o sms.
L'intervento è rivolto alle famiglie lombarde con figli che frequentano scuole elementari, medie, superiori statali o legalmente riconosciute, parificate, paritarie aventi sede in Lombardia, che dovranno osservare i seguenti criteri generali:
- residenza della famiglia sul territorio della Regione Lombardia;
- scuola con sede sul territorio della Regione Lombardia, oppure:
- scuola situata sul territorio delle regioni confinanti, in questo caso lo studente deve essere pendolare (rientra giornalmente alla propria abitazione);
- indicatore reddituale non superiore a quello stabilito.
Il rimborso massimo è di euro 1050,00, elevabile ad euro 1400,00 per gli studenti con insegnante di sostegno.
INFORMAZIONI
Potrai trovare tutte le informazioni nel sito della Regione  oppure telefonando al  Call Center della Regione Lombardia al n. 840.000.001 (o 02/69967001 per le chiamate da cellulare e da fuori regione), da lunedì a sabato dalle ore 8.00 alle 20.00.
ATTENZIONE: IL 30 APRILE GLI UFFICI REGIONALI SONO CHIUSI
 Aprile 2007 Lombardia Notizie


Missione in Brasile del sottosegretario Robi Ronza
Presto un memorandum d'intesa con il governatore dello Stato del Minas Gerais

Il sottosegretario alla Presidenza della Regione con delega alle Relazioni internazionali, Robi Ronza, ha effettuato una missione istituzionale di tre giorni a Belo Horizonte in Brasile per verificare sul campo non solo come proseguono i progetti di formazione professionale che Regione Lombardia sta finanziando in alcuni Stati brasiliani (in collaborazione con le Ong lombarde che lavorano sul posto, il ministero degli Affari Esteri e importanti gruppi imprenditoriali italiani, la Fiat in primis), ma anche per studiare nuove forme di collaborazione fra la Lombardia e lo Stato del Minas Gerais.
Momenti culminanti della visita sono stati l'incontro con il presidente Fiat dell'America latina, Cledovino Belini, e con il vice governatore del Minas Gerais, Antonio Augusto Junho Anastasia.

La Fiat a Belo Horizonte possiede uno stabilimento nel quale lavorano 15.000 dipendenti, la maggior parte dei quali reclutati e preparati grazie a un programma di sviluppo sociale che il gruppo torinese realizza in collaborazione con lo stesso governo del Minas, il mondo della cooperazione internazionale (in particolare quella italiana attraverso il ministero degli Affari Esteri) e le Ong che, in loco, attuano i progetti finanziati anche da Regione Lombardia.
"Belini - ha detto Ronza - mi ha dimostrato tutta la sua riconoscenza per l'aiuto che gli stiamo dando attraverso i nostri cooperanti. Un aiuto che permette di togliere dalla strada centinaia di ragazzi poverissimi che, dopo aver frequentato i nostri corsi, possono entrare in azienda e sperare in un futuro migliore".

Altrettanto importante è stato l'incontro con il vice governatore dello Stato del Minas, Junho Anastasia "con il quale - ha detto Ronza - ho definito i contenuti di un memorandum d'intesa che il governatore del Minas Gerais, Aecio Neves, (probabile successore di Lula alla guida del Paese) sottoscriverà entro la fine di quest'anno con il presidente della Regione Roberto Formigoni".
"Un accordo - ha concluso Ronza - incentrato principalmente sugli scambi in campo economico e dell'innovazione, ma che dovrà rafforzare ulteriormente una partnership che dura da oltre quarant'anni e che ha dato risultati concreti, oggi sotto gli occhi di tutti, come la completa riqualificazione di interi quartieri di favelas". (Ln)
23 Aprile 2007 Lombardia Notizie


SUPERDELEGAZIONE DELLA SANITA' LOMBARDA IN ARGENTINA ED URUGUAY

La Regione Lombardia dal gennaio 2004 ha avviato, in forma sperimentale, ben 6 gemellaggi tra aziende ospedaliere lombarde e quelle di altri paesi ,al fine di dare continuità e sistematicità ai rapporti di cooperazione internazionale in ambito sanitario e socio-assistenziale.

L'attività si è allargata sino a toccare casi di emergenza sanitaria (la tragedia di Assuncion in Paraguay), avviando il confronto con delegazioni straniere (come quella francese,ricevuta nel luglio 2004,composta da trenta tra direttori di ospedali e figure istituzionali della sanità transalpina), inserendosi in collaborazioni istituzionali su temi estremamente rilevanti ,quali il riordino del sistema sanitario del Sud Africa e la formazione manageriale in sanità con lo Stato brasiliano di Minas Gerais.

Interventi svolti nell'ambito della Direzione Generale Sanità ,in collaborazione con la Struttura Relazioni Internazionali della D.G. Presidenza e la D.G.Famiglia e Solidarietà, a supporto dell'opera di cooperazione delle tante ONG presenti in Lombardia che solo nel 2004, hanno realizzato ben 48 progetti in circa 30 paesi.

In questa azione regionale è stato inserito nel 2005 il gemellaggio sanitario tra l'Azienda Ospedaliera di Mantova "Carlo Poma" e l'Ospedale Italiano di Rosario "Giuseppe Garibaldi", favorito dall'Associazione dei Lombardi di Rosario e l'Associazione dei Mantovani nel Mondo.

Negli scorsi giorni una delegazione guidata dal dr.Carlo Alberto Tersalvi della D.G. Sanità - Regione Lombardia è stata in Argentina ed Uruguay con rappresentanti delle Aziende Ospedaliere di Mantova,Cremona e Bergamo per una intensa agenda di incontri organizzati con il contributo dell'Associazione dei Mantovani nel Mondo , presenti nella missione regionale con il Presidente dell'AMM Daniele Marconcini, la responsabile AMM in Argentina Marta Carrer e l'incaricata AMM in Uruguay Daniela Chierichetti.

Prima tappa è stato l'Ospedale Italiano di Rosario che ha incontrato la delegazione mantovana dell'Azienda Ospedaliera Carlo Poma ,presenti Tersalvi e Marconcini, formata dal responsabile amministrativo del gemellaggio Emanuele Savazza ,dall'Arch. Raffaele Grasso,dal Direttore Sanitario Pier Vincenzo Storti con i primari del settore pediatrico e neonatologia Giovanni Pastorello e Gilberto Compagnoni.

Ad accoglierli vi era il Presidente Alberto Lotero e il responsabile amministrativo del gemellaggio e vicepresidente dei Lombardi di Rosario Franco Tirelli jr , i quali hanno evidenziato come con il contributo regionale siano state approntate ben tre sale operatorie, aggiornando il sistema informatico e avviando infine un progetto scientifico di ricerca nell'ambito di neonatologia .Essi hanno evidenziato il rispetto degli impegni e dei tempi previsti.

Savazza ,a nome della delegazione virgiliana ,nel congratularsi con i dirigenti dell'Ospedale Italiano , ha auspicato un sostegno della Regione Lombardia per un proseguo di questa esperienza a cui tutta l'Argentina guarda come un esempio di alta e fattiva collaborazione con l'Italia.

Successivamente il dr. Tersalvi e Marconcini con il dr. Igor Ferraresi e il dr. Angelo Gallo degli Ospedali Riuniti di Bergamo hanno incontrato i responsabili dell'Ospedale Alvarez ,presso la Segreteria del Ministero della Salute della Città-Stato di Buenos Aires.

Erano presenti il dr. Hector Kahn Direttore Generale del Ministero ,Marcela Gorosito responsabile per le Relazioni Internazionali, il dr. Ignacio Velez Carrera Capo di Gabinetto del Ministro della Salute,il dr. R. Moscona, Direttore Generale della Rete ospedaliera della Municipalità ,Dina Galiberti direttore sanitario dell'Ospedale Alvarez con il il dr. Lombardo.

Il dr. Kahn nell 'esprimere la massima disponibilità per una collaborazione con la Regione Lombardia e l'Ospedale di Bergamo.ha evidenziato il sostegno all'iniziativa anche da parte del Governo nazionale , ribadendo l'auspicio per una visita in Argentina del Presidente della Regione Roberto Formigoni a cui si è associato Giovanni M. di Raimondo di AssoArgentina (Associazione Imprenditori Italiani in Argentina) che ha annunciato una possibile partecipazione dell'Associazione al gemellaggio.Successivamente vi stata una visita all’ospedale Alvarez con la Direttrice dell’ospedale ed il DG della rete ospedaliera per l' individuazione degli ambiti e degli obbiettivi del gemellaggio.

La missione lombarda composta da Tersalvi,Marconcini e Carrer si è poi trasferita in Uruguay dove si è ricongiunta con la delegazione dell'Ospedale di Cremona, formato dalla Direttrice Sanitaria Ermanna Derelli e dalla dr.ssa Sofia Testa , presenti per il gemellaggio con l'Ospedale Maciel di Montevideo ,sostenuto dal Governo Uruguyano (a suo tempo contattato da Marconcini, grazie all'Istituto Santi di Roma).La visita è stata resa possibile grazie al coordinamento e all'impegno dell' incaricata dell'AMM Daniela Chierichetti, in collaborazione con Renato Palermo dell'Istituto Santi di Roma.

Il primo incontro ,ad altissimo livello ,è avvenuto con il Ministro della Sanità Dr. Maria Julia Munoz ed il vice ministro dr. M. Galeano.Nel corso dei colloqui il Ministro ha avuto parole di particolare apprezzamento per l’iniziativa , mostrando grande interesse al sistema sanitario lombardo ed ad un suo possibile coinvolgimento nel processo di implementazione della riforma sanitaria uruguaiana in cui si dovrà amalgamare il sistema sanitario pubblico con quello privato.Successivamente vi è stata la visita all’ospedale Maciel alla presenza del Direttore dell’ospedale, dr. D. Parada, il vice direttore, Dott. Bodega e la Direttrice del "Sistema nazionale di attenzione sanitaria integrata ",dr. M. Contera.

Da segnalare l'incontro con la dr.ssa Rivas,la dr.ssa Amparo Paulos del Dipartimento della Cooperazione Internazionale e la dr. Arles Caruso del Ministero della Salute con Daniele Marconcini e Marta Carrer per un progetto pilota con l'AMM per la creazione di un Centro Servizi del Volontariato sul modello italiano

La visita a Montevideo si è conclusa con un incontro dell'AMM con il Coasit e il Console d'Italia Michele Pala per definire l'elenco degli indigenti di origine lombarda in Uruguay, a cui perverrà un sostegno economico"una tantum" nell'ambito di un progetto assistenziale dei Mantovani nel Mondo, finanziato dalla Regione Lombardia,a cui hanno collaborato le Associazioni lombarde di Paysandu e Montevideo.

Un progetto completato a Buenos Aires con l'acquisizione dell'elenco degli indigenti lombardi in Argentina,realizzato dall'AMM con un censimento nazionale realizzato in collaborazione con l'ONG partner Ceibos e otto collaboratori .Un censimento reso possibile dalla rete consolare italiana coordinata dall'Ambasciata d'Italia con il contributo di Padre Santillo dell'Ordine degli Scalabriniani e delle Associazioni Lombarde in Argentina.

Un lavoro che grazie anche all'impegno veramente encomiabile di Marina Gentili dell'Ambasciata d'Italia, di Marilina Bertoncini della ONG Ceibos e di Marta Carrer di AMM Argentina ,ha consentito di evidenziare nel dettaglio oltre 100 casi di indigenza in Argentina che sommati a quelli in Uruguay ,portano a circa 120 i lombardi in grave stato di bisogno con quasi un terzo di essi sconosciuti ai consolati, a dimostrazione della ritrosia dei nostri corregionali nel chiedere un aiuto pubblico di assistenza sociale .

"Una cifra che potrebbe raddoppiare se si allargano i parametri dell'indigenza "ha dichiarato Marconcini "e che porterà l'AMM a richiedere anche per il 2007 un urgente contribuito regionale, anche per paesi come il il Brasile e il Venezuela dove sono presenti situazioni che coinvolgono nel dramma della povertà e della malattia anziani e a volte famiglie intere di origine lombarda .".

Marconcini ha infine espresso infine un sentito apprezzamento per il lavoro svolto in questa missione dal dr. Carlo Alberto Tersalvi , dalla D.G. Sanità e dall'Ufficio di Presidenza della Regione Lombardia "per aver favorito una attività di cooperazione sanitaria in paesi a forte presenza italiana e lombarda" .Un apprezzamento esteso a tutti i medici e ai dirigenti sanitari lombardi che con grande passione civile partecipano a questi gemellaggi sanitari in ambito internazionale ,valorizzando il nostro patrimonio di efficienza e di ricerca .
La lettera Ministro Sanità uruguyano.pdf


Il rafforzamento delle relazioni euro-italo-americane a 360 gradi i temi
dell'incontro fra Roberto Formigoni, Presidente della Regione Lombardia, 
e l'Ambasciatore USA in Italia, Ronald Spogli

Il rafforzamento delle relazioni euro-italo-americane a 360 gradi e la necessità di sviluppare nuove strategie contro il terrorismo; l'opportunità, in campo economico, di una maggiore integrazione con il modello statunitense; il rafforzamento delle relazioni Lombardia-USA nel campo della ricerca scientifica e della lotta all'inquinamento. Sono queste le tematiche principali al centro dell'incontro fra il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, e l'Ambasciatore statunitense in Italia, Ronald Spogli, accompagnato dal Console Generale a Milano, Deborah Graze, nel corso del quale - tra l'altro - Formigoni ha annunciato una nuova missione negli USA tra la fine del 2007 e l'inizio del 2008.
"Quello di oggi - ha spiegato Formigoni - non è stato un semplice incontro di amicizia: con l'Ambasciatore Spogli abbiamo condiviso la necessità di una lotta contro il terrorismo che ci veda impegnati, americani ed europei, l'uno a fianco dell'altro per portare la pace nel mondo. Sia la missione in Afghanistan che quella in Libano - ha aggiunto Formigoni - sono motivate da ragioni di pace, in una situazione che presenta elementi di forte preoccupazione soprattutto in Libano, a fronte anche delle dichiarazioni del leader di Hezbollah che nei giorni scorsi ha affermato di non voler disarmare il proprio esercito; su questo è opportuno che l'ONU intervenga affinché la missione abbia un esito positivo senza pericoli eccessivi per i nostri soldati. Ho voluto anche discutere - ha aggiunto Formigoni - di quella che deve essere una crescita culturale;  Ma il lavoro che vogliamo portare avanti con gli Stati Uniti - ha detto ancora il Presidente lombardo - è fatto anche della capacità della Lombardia, e dell'Italia in generale, di relazionarsi all'America come a un Paese dotato di un modello politico-economico e sociale che produce un tasso di crescita di gran lunga superiore al nostro". In questa direzione va anche la missione istituzionale che Formigoni ha messo in programma per "intensificare i rapporti sia da un punto di vista a strettamente politico, che per incrementare ulteriormente la collaborazione nel campo della scienza e della ricerca". Un lavoro comune - quello che ha in mente il Presidente Formigoni e che l'Ambasciatore condivide fino in fondo - che deve portare la Lombardia a stringere nuove alleanze, soprattutto con le Università, che possano dare maggior peso e nuova linfa all'intesa sottoscritta l'anno scorso con lo Stato del Massachusets. "Anche la collaborazione con la California - ha aggiunto Formigoni - ci ha permesso di fare importanti passi avanti nello studio di nuove politiche ambientali".
Durante l'incontro, l'Ambasciatore Spogli ha illustrato a Formigoni anche le linee del programma "Partnership for Growth", che può sostenere la crescita italiana con positivi impatti sui rapporti bilaterali con gli USA. Il sostegno alla collaborazione tra Università e Centri di ricerca e imprese (sul modello americano), la tutela della proprietà intellettuale, maggior finanziamenti per investimenti nell'innovazione e l'incremento degli scambi tra la scuole e le imprese, sono i pilastri sui quali si è pensato si debba costruire e reggere questo nuova partnership. Da parte sua, l'Ambasciatore Spogli, annunciando che proprio nei prossimi giorni 5 ricercatori italiani partiranno per gli USA per studiare da vicino il sistema imprenditoriale americano, ha ringraziato il Presidente lombardo per "il grande sentimento di appoggio e sostegno e per il legame sempre forte e proficuo che da tempo ci unisce".


INDIRIZZI UTILI DELLA REGIONE LOMBARDIA

Uffici Regione Lombardia a Mantova Corso Vittorio Emanuele 57- 0376 232427 
Agroalimentare
Sul sito dedicato al settore agroalimentare, si può consultare una sezione dedicata al mondo della scuola con materiale didattico, proposte per gli studenti e informazioni utili per organizzare gite didattiche. http://www.buonalombardia.it 
Ambiente
Il sito dedicato all'ambiente in Lombardia contiene informazioni, sulle attività in materia della Direzione generale Qualità dell'Ambiente, dati sull'inquinamento atmosferico. Una sezione del sito, inoltre, è dedicata specificatamente all'educazione ambientale
http://www.ambiente.regione.lombardia.it   
http://www.ambiente.regione.lombardia.it/webqa/EducazioneAmbientale/indice.htm  

Artigianato
Sul sito dell'artigianato si possono trovare informazioni relative al mondo dell'artigianato. Fra gli argomenti trattati: programmi comunitari, sviluppo artigianato, ricerca e internazionalizzazione.http://www.artigianato.regione.lombardia.it  
Cartografia
Sul sito della cartografia è possibile accedere ad un insieme di cartografie e basi informative geografiche di interesse generale, un insieme di fotografie aeree, immagini derivate dalle riprese da telerilevamento aereo o satellitare oltre a specifici progetti di settore, finalizzati all'organizzazione di banche dati o di sistemi informativi anche complessi relativi a particolari attività.
http://www.cartografia.regione.lombardia.it  
Cultura
Il sito dedicato alla cultura contiene una sezione appositamente dedicata alle iniziative di cultura e spettacolo rivolte al mondo della scuola. http://www.lombardiacultura.it 
Sanità
Il sito dedicato alla sanità in Lombardia offre un ampio ventaglio di informazioni relative all'argomento.
http://www.sanita.regione.lombardia.it  
Territorio
Sul sito dedicato ai parchi della Regione è possibile trovare informazioni utili per le scuole: un database sulla flora e sulla fauna della Regione, le aree protette, gli eventi promossi dalle aree protette, iniziative culturali, mostre e convegni, rivolti alla comunità, notizie su pubblicazioni e visite guidate. http://www.parchi.regione.lombardia.it   http://www.areaparchi.it   


notizie precedenti

Mantovaninelmondo© 1999-2007
All rights reserved-
liberatiarts