Mantovani nel Mondo                    

      News 


UN BAMBINO
COME AMICO
ONLUS

Quitaracsa
Tante piccole storie
 per una bella impresa


Un libro di Roberto Borroni che potrete trovare presto nelle librerie,  il ricavato sarà impiegato per opere socio umanitarie a Quintaracsa in Perù

Foto del Calendario 2005 messo in vendita nel 2004 per finanziare i progetti in Perù

Copertina del libro i cui ricavati andranno a finanziare i progetti di aiuto ai bambini del PerùUn gruppo di ragazzi e ragazze della Associazione guide e scout cattolici italiani (AGESCI) del Mantova 1, che ha sede presso la Chiesa parrocchiale di Santa Maria del Gradaro, ha risposto all'appello di monsignor Ivo Baldi, allora  vescovo di Huaraz, e si è recato nell'estate del 2004 in Perù. Il Clan Fuoco ha svolto attività di volontariato, insieme con la locale Pastorale della salute, a Huaraz, mentre la Comunità Capi ha attraversato le Ande e si è recata a Quitaracsa, uno sperduto villaggio a oltre 3.000 metri, per contribuire alla costruzione di una scuola.

L'autore, Roberto Borroni,  grazie alle testimonianze dei partecipanti, racconta con passione la straordinaria esperienza spirituale, umana e civile, vissuta dagli scout a contatto con la povertà e i drammatici problemi di natura socio-economica di un Paese magico, ancora oggi avvolto nei misteri del mito incaico.

L'Associazione di volontariato, "Un bambino come amico-onlus" si è costituita a Mantova il 9 ottobre 2004 ed è nata con lo scopo di sostenere progetti in favore di minorenni e giovani. Il progetto della Casa rifugio  dei bambini, è nato tempo fa come luogo di appoggio per i bambini che lavorano sulla strada, grazie alla raccolta di fondi avvenuta svolgendo attività di autofinanziamento ed ai generosi contributi di numerose persone. Attualmente la casa è sostenuta dalla presenza di persone che vi lavorano stabilmente e grazie all'impegno ed alla disponibilità di numerosi volontari che vivono nel luogo ed anche provenienti  dall'Italia.
Il 29 gennaio 2004 un gruppo di volontari italiani e peruviani ha inaugurato a Huaraz - una località turistica che si trova 3100 m. sul livello del mare, nel dipartimento di Ancash (regione che si trova a Nord di Lima) - una casa rifugio per i bambini di strada. Questa cittadina è posta in uno dei luoghi più suggestivi del Perù, qui si trovano le montagne più alte ( il Huascaran, 6768 m. di altezza), diviene nei mesi estivi meta di molto turisti. Nonostante queste sue caratteristiche gradevoli è giusto far presente che a Huaraz esiste molta povertà e questa si concentra soprattutto nei quartieri periferica della città, meta di numerose famiglie in cerca di fortuna. Molti bambini poveri, spesso senza fissa dimora, sono costretti a vivere una vita randagia con alcuni di loro che si fermano sulla strada anche tutta la notte. I bambini sono costretti ad esercitare lavori più strani: i più piccoli di solito vendono caramelle, i più "grandicelli"  puliscono scarpe oppure custodiscono le auto fuori dai locali notturni. L'idea dell'apertura di questa casa-rifugio è stata proprio pensata per dare a questi bambini una opportunità diversa da quella del lavoro (sfruttamento) e soprattutto dal vivere per strada. Fin dai i primi giorni la frequentazione dei bambini è stata numerosa e nel corso dei mesi si è giunti al numero costante di circa 25-30. Questo numero subisce una notevole impennata il giorno in cui si va alla piscina. La piscina per questi bambini non è soltanto un momento di svago e di aggregazione ma permette loro di potersi lavare con acqua calda e sapone. Da sottolineare che se l'acqua calda per noi e un elemento ovvio e appartiene alla nostra quotidianità, per questi bambini è invece un'eccezione. La casa e aperta dal lunedì al venerdì sia al mattino che al pomeriggio e le attività principali sono il sostegno scolastico, sanitario ed economico per le cose di prima necessità. Oltre ovviamente alle attività ricreative, di gioco, di svago e laboratori artistici. La casa è ubicata in un luogo piuttosto "strategico", molto vicino alla via principale di Huaraz ed è facilmente raggiungibile dai bambini. L'Associazione di volontariato: "Un bambino come amico-onlus" si sta attivando per sostenere e promuovere anche nuovi progetti, principalmente riguardanti il sostegno a bambini e giovani. Per chi fosse interessato all'Associazione e/o sostenere i suoi progetti può rivolgersi via e-mail a : unbambinocomeamico@libero.it 

Pietro Liberati

Mantovaninelmondo© 1999-2006
All rights reserved

 liberatiarts© Mantova Italy