Mantovani nel Mondo             

      News 

I LOMBARDI DEL COSTA RICA E DEL BRASILE IN REGIONE LOMBARDIA
PER UNA NUOVA LEGGE REGIONALE SULL'EMIGRAZIONE

La Lombardia, al pari d’altre Regioni italiane è stata terra d’emigrazione. Basti pensare che in soli 40 anni, tra il 1880 ed il 1920,andarono all’estero ben due milioni di lombardi.. Una presenza, quella lombarda, concentrata in Europa soprattutto in Germania,Svizzera e nei paesi extra europei prevalentemente in Brasile, Argentina, Uruguay e in misura minore negli Stati Uniti, Canada e Costarica, Perù e Cile. Dagli anni ’20 in poi, vi è un fenomeno migratorio consistente di lombardi verso l’Australia che proseguirà in misura significativa verso gli anni ’50. In questi anni ricomincerà l’esodo verso il Brasile, l’Argentina, l’Uruguay ed il Venezuela. Alla fine degli anni ’60 vi è stato l’ultimo flusso consistente di emigranti formata da imprenditori, tecnici, ricercatori e da figure specializzate, ripresa agli inizi degli anni ’90 in tutto il mondo, anche senza risiedere permanentemente all’estero. Si calcola che un terzo degli imprenditori italiani all’estero siano lombardi o abbiano un legame con la Lombardia. Attualmente le Comunità lombarde più organizzate in Associazioni e Circoli sono presenti in  Svizzera, Brasile, Argentina, Uruguay, Venezuela, Costarica, Messico e Australia. Almeno 250mila lombardi con la cittadinanza italiana risiedono permanentemente all’estero. I paesi in cui i lombardi sono maggiormente presenti sono Svizzera, Germania, Francia, Inghilterra, Belgio, Spagna, Usa, Canada, Australia, Argentina, Brasile, Uruguay, Venezuela, Cile, Perù, Paraguay, Costarica, Sudafrica). Al fine di fornire un contributo per l'elaborazione di una nuova legge regionale per i Lombardi nel mondo è stato organizzato un incontro in Regione Lombardia da Daniele Marconcini, Presidente dell'Associazione Mantovani
nel Mondo e rappresentante del Consiglio Regionale nella Consulta dell'Emigrazione, per presentare l'attuale presenza lombarda nel Mondo. All'incontro erano presenti la Dr.ssa M. E. Milano e della dr.Elena Colao dell'Uffico Relazioni Internazionali della Presidenza, Luigi Cisana Presidente dei Lombardi nel Mondo per il Costa Rica, Maria Teresa Testori Presidente dei Lombardi nel Mondo per il Rio Grande do Sul in Brasile, Ernesto Milani , Ricercatore della Storia dell’ Emigrazione nel Nord America, Erio Bonazzo , Presidente ACIRS (Associazione Culturale Italiana del Rio Grande do Sul in Brasile). Successivamente Luigi Cisana e Maria Teresa Testori sono stati ricevuti dal Vice Presidente del Consiglio Regionale Enzo Lucchini.

Marconcini ha sottolineato che "l'emigrazione tradizionale si è trasformata in comunità stanziale, stabile e, nella maggior parte dei casi, ben integrata nella società di accoglienza che quindi l'attenzione delle istituzioni si sono incentrate soprattutto con attività mirate di cooperazione sui paesi in via di sviluppo. Va evidenziato però -ha aggiunto Marconcini - che la dinamica dei flussi migratori è ripresa in questi ultimi tempi, anche a causa della crisi economica nel nostro Paese, con un aumento degli espatri verso il Nord America e verso i Paesi europei (l'Inghilterra e la Germania) e con una forte ripresa dell'attività di frontalierato con la Svizzera. Inoltre non si può ignorare quelle situazioni di bisogno estremo che talora, purtroppo, ancora oggi permangono in emigrazione, specie tra la popolazione anziana di alcuni paesi in America Latina. E' evidente quindi che a voler considerare l'emigrazione solamente un problema in via di esaurimento è un errore. Occorre nella nuova normativa regionale mantenere e valorizzare la specificità dell’Associazionismo presente nella Regione (e la sua caratteristica legata ad volontariato diffuso) per sostenere e coadiuvare la politica regionale in tema di Lombardi nel  Mondo.".

Il Presidente dei Lombardi in Costa Rica Luigi Cisana, emigrato 15 anni fa,imprenditore, presidente del Comites locale, ha evidenziato che su circa 5.000.0000 di abitanti ben 200.000 sono di origine italiana con circa 20mila imprenditori arrivati negli ultimi anni, soprattutto lombardi. Egli ha espresso la volontà per una fattiva collaborazione, attraverso la Regione Lombardia ,affinché gli italiani ed i loro discendenti possano usufruire del sistema scolastico ed universitario regionale, chiedendo un intervento urgente della Regione affinchè vengano aperte nel paese scuole italiane parificate. E' necessario inoltre operare un censimento degli italiani e lombardi indigenti nel Centro America e nell'area caraibica. Cisana ha proposto anche la creazione di un Centro di formazione professionale con il contributo della Regione Lombardia nell’area Centro americana caraibica-venezuelana per favorire lo sviluppo turistico/imprenditoriale e l’ istituzione di un Centro Servizi del Volontariato per favorire l'associazionismo italiano e locale. Egli ha sottolineato la mancanza di voli diretti con l’ Italia in presenza di un boom turistico in Costa Rica, favorito dalla presenza imprenditoriale italiana.
La Presidente dei Lombardi di Rio Grande do Sul Maria Teresa Testori ha proposto alla Regione il completamento del censimento storico- culturale della memoria lombarda emigrata in Brasile e di una Banca Dati per le ricerche familiari, iniziata dall'Associazione dei Mantovani nel Mondo, in parte già disponibile ed in parte acquisibile presso Enti archivistici pubblici e privati in Brasile. Ha rilevato inoltre la necessità di estendere anche in Brasile il censimento dei lombardi indigenti con eventuali interventi di sostentamento ed aiuto sanitario, come svolto dall'AMM in Argentina ed Uruguay con un progetto regionale. Infine ha sottolineato l'importanza di procedere ad un rilevamento su scala nazionale della presenza lombarda sia come personalità che come Associazioni in Brasile al fine di rafforzare in tutti i campi il rapporto con la Regione Lombardia,specialmente per i giovani.

L'incontro si è concluso con l'impegno di coordinare entro breve tempo un programma di attività tra i vari sodalizi, da presentare alla Regione Lombardia, con l'impegno di seguire e contribuire alla nascita di una nuova legge sui Lombardi nel Mondo che tenga effettivamente conto delle realtà associative lombarde nei vari continenti.

PiLi.
 

Mantovaninelmondo© 1999-2006
All rights reserved

 liberatiarts© Mantova Italy