Mantovani nel Mondo                    

      News 

Presentato dall'autore, Fabio Veneri, nella sala delle Cappuccine in Piazza San Leonardo, il  libro:
La canzone d’autore latina

l'autore  Fabio VeneriPatrizia Marcheselli La serata curata del Coordinamento Scritture Dannose, ha visto anche la presenza dell’attrice Patrizia Marcheselli, che accompagnata in sottofondo dal chitarrista Giuseppe Carpinteri e da un percussionista, in spagnolo e in italiano, ha interpretato alcuni dei testi tratti dal libro.
Fabio Veneri, giornalista mantovano di 28 anni, ha già presentato il libro alla Fiera Latina di San Marino. Come naturale estensione del libro, è nato il sito internet Canzone Latina (www.canzonelatina.org ), che raccoglie articoli e informazioni d’attualità sul mondo dei cantautori sudamericani.
Sul palco del teatro ricavato nell'ex cappella delle Capuccine, Veneri ha esordito spiegando le motivazioni che lo hanno spinto dar corpo a questa opera illustrandone schematicamente la costruzione attraverso la ricerca delle opere, degli autori e dei testi. Infatti il libro si articola in quattro sezioni: dopo una parte introduttiva, segue una rassegna storica sulla nuova canzone d’autore latina, divisa per aree geografiche ed infine, la parte più voluminosa, quella in cui  si recensiscono 44 artisti e più di 190 canzoni. Una raccolta ragionata, commentata e divisa per tema dei versi migliori scritti non solo dai cantautori sud americani ma anche spagnoli e il portoghesi, inseriti per l’affinità stilistica, culturale e linguistica. Un mondo che in Italia ai più è sconosciuto e che attraverso questo saggio avvicinerà sicuramente nuovi estimatori di questo variegato universo musicale. 
Le luci soffuse hanno creato un'atmosfera magica in cui si è inserita con la forza della sua Arte, Patrizia Marcheselli. Interpretando ora in italiano, ora in spagnolo, alcuni dei testi scelti per l'occasione tra quelli compresi nelle pagine del libro di Veneri, l'attrice ha emozionato il pubblico presente strappando applausi a scena aperta.
Una interpretazione sentita e poliedrica che ha reso partecipi i presenti della grande forza espressiva dell'artista ben accompagnata dalla chitarra e percussioni. La serata si conclusa con l'immancabile assaggio e brindisi a base di bevande rigorosamente "latine" .
   Patrizia Marcheselli,  con alcune amiche Patrizia Marcheselli  con Pietro Liberati curatore del sito
Patrizia Marcheselli, qui ripresa con alcune amiche e con Pietro Liberati al termine della presentazione, è originaria di Cremona, vissuta in Messico per oltre 16 anni ed è rientrata in Italia da poco più di un anno.  Attualmente vive in Ancona dove ha all'attivo numerose attività legate al teatro  quali l'insegnamento, interprete, regista e ultimamente anche autrice.
Pietro Liberati
(
Altre note su P.Marcheselli )


Il libro, di cui  riportiamo l’immagine della copertina e il testo in quarta di copertina è presente nelle principali librerie. “La canzone d’autore latina”, edito dalla Bastogi Editrice Italiana (www.bastogi.it), nella collana Aironi dedicata alla musica.
"L’universo dei cantautori latino americani, spagnoli e portoghesi è l’oggetto di questo saggio. Il libro nasce per colmare la quasi totale assenza di letteratura sull’argomento in Italia e per stimolare l’ascolto di questo genere così vicino alla nostra sensibilità. Sappiamo che l'America Latina rappresenta nell’immaginario dell’uomo europeo il rifugio sicuro dove rigenerare le proprie motivazioni ed ispirazioni; l’America Latina raffigura un modello culturale in cui l'artista-stregone ha ancora la capacità di fermare il mondo per un attimo e creare opere d’arte che trasudano colore e profumi; l'America Latina rimane il luogo dove la parola dell’artista si identifica con le aspirazioni, gli ideali, le lotte e le frustrazioni di un popolo. Se queste considerazioni sono ormai assodate per quanto riguarda la letteratura, lo stesso non si può dire della canzone d’autore che nel nostro paese è sempre rimasta in ombra. Della musica latina penetrano soltanto gli aspetti più facilmente commerciabili, o quelli che tentano ammiccamenti furbi e civettuoli con il pop anglo-sassone e con le sue regole. Eppure in quello sterminato territorio che va dal Rio Bravo fino alla Patagonia (senza dimenticare le madrepatrie, Spagna e Portogallo) la canzone è molto di più che un oggetto di consumo usa e getta. La canzone rappresenta una forma di resistenza culturale ed il veicolo che dà voce alla speranza che “un altro mondo sia possibile”.

Mantovaninelmondo© 1999-2005
All rights reserved

 liberatiarts© Mantova Italy