Mantovani nel Mondo                    

      News 

Firmato l'accordo per il Gemellaggio tra Ospedali  
L'Azienda del Carlo Poma di Mantova e l'Ospedale G.Garibaldi di Rosario (S. Fè), Argentina 
 

Grazie all’A.M.M. e all’Associazione Lombarda di Rosario e alla sensibilità  dimostrata dalla Regione Lombardia è stato firmato il gemellaggio fra l’Ospedale Italiano “Giuseppe Garibaldi” di Rosario e l’Azienda ospedaliera “Carlo Poma” di Mantova .

PREMESSA

  1. Nel 1988, più precisamente il 5 ottobre, è stato sottoscritto un Verbale di Incontro tra il Governatore della Regione Santa Fe Dr. Victor Reviglio e il Presidente della Regione Lombardia On. Bruno Tabacci che ha aperto il cammino per una sinergia tra le due Regioni negli ambiti economico, sociale e culturale. Tra gli anni 1988 e 2000 diverse delegazioni politiche, istituzionali ed imprenditoriali hanno visitato entrambe le regioni stabilendo vincoli che hanno consolidato le due realtà.
  2. Nel dicembre del 2003 unA delegazione del Consiglio Regionale della Regione Lombardia presieduta guidata dal Presidente. Attilio Fontana ha visitato la Regione di S.Fè riaprendo il dialogo istituzionale.
  3. Nel mese di Novembre del 2004 vi è sttao un incontro col Presidente del Consiglio Regionale della Lombardia Attilio Fontana e l’Ufficio di Presidenza. presenti per i Lombardi di Rosario Franco Tirelli senior, Marilina Bertoncini presidente della ONG argentina Ceibos e Daniele Marroncini Presidente dell’AMM.

Il 16 Febbraio 2005 sono giunti a Buenos Aires Carlo Alberto Tersalvi rappresentante della Sanità della Regione Lombardia) con i rappresentanti dell’Ospedale Carlo Poma di Mantova, Emanuele Savazza (responsabile amministrativo del progetto a Mantova) Pier Vincenzo Storti (Direttore Sanitario) e Gilberto Campagnoni (Primario di Neonatologia).

All’Aereoporto Internazionale di Ezeiza sono stati ricevuti,a nome dell’A.M.M e dei Lombardi di Rosario, da. Franco Tirelli Jr. e Miguel Lombardi. Successivamente sono stati trasferiti a Rosario.  Nella città santafesina, la delegazione ha incontrato il Console d’Italia Marocco per una informativa sul gemellaggio in corso e le possibili ricadute socio-assistenziali che riceverà la collettività italo-argentina, in particolare quella lombarda della provincia.
In serata, la Camera di Commercio Italiana ed il Centro Lombardo di Rosario hanno offerto una cena di benvenuto.
Il 17 Febbraio si è svolto l’atteso incontro fra gli ospiti italiani, autorità e medici del “Giuseppe Garibaldi”, presenti il Console Generale, Giovanni Marocco; il Presidente del Comites di Rosario, il Presidente della Camera di Commercio, Franco Tirelli, rappresentanti del Comune di Rosario, del Governo provinciale .
In seguito la delegazione ha visitato le strutture ospedaliere del vecchio nosocomio.
Nel pomeriggio è stato firmato l’Accordo di collaborazione fra i due Ospedali, identificando i settori prioritari dell’intervento: chirurgia generale, pediatria e neonatologia, gestione amministrativa ospedaliera. Si è valutato soprattutto la necessità di ristrutturare ed attrezzare un nuova sala operatoria. Nell’accordo sono stati previste anche attività formative e di aggiornamento del personale medico, paramedico e amministrativo con videoconferenze e servizi di telemedicina;
Erano presenti alla firma Alberto Lotero(presidente) e Josè Drovetta (vicepresidente) dell’ Ospedale Italiano Rosario con Micaela Bracco rappresentante dell’A.M.M. per l’America Latina, Miguel Lombardi, Franco Tirelli per l'AMM Argentina.
I Responsabili del monitoraggio dell’accordo saranno il Dott. Franco Tirelli jr. (Argentina) ed il Dott. Emanuele Savazza (Italia).
L’intervento economico dell’accordo sarà di 300mila euro per i primi due anni o che se sarà rinnovato, porterà ad contributo complessivo di 600mila euro.
Nel corso della cerimonia sono stati ringraziati il Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni , l’Assessore alla Sanità Carlo Borsani, il Presidente del Consiglio Regionale Attilio Fontana e la Vicepresidente Fiorenza Bossoli per il sostegno dato all’iniziativa, promossa dal Presidente dei Mantovani nel Mondo Daniele Marconcini in accordo con il Presidente delegato alla Consulta dell’Emigrazione Marcello Raimondi e il Consigliere regionale mantovano Enzo Lucchini ..

Il 18 febbraio la delegazione è tornata nella Capitale dello Stato recandosi presso la nostra rappresentanza diplomatica, su invito dell’Ambasciata d’Italia in Buenos Aires , dove il Dott. Carlo A. Tersalvi, ha esposto le le linee guida del progetto all’Ambasciatore Roberto Nigido ed al Consigliere per l’Immigrazione ed gli Affari Sociali). Fabrizio Marcelli
La delegazione lombarda e’ stata successivamente ospite dell’Ospedale Italiano di Buenos Aires incontrandosi con il Presidente Mosca e successivamente con il Alfredo M. Stern, Segretario della Sanità del Governo Autonomo della Capitale federale di Buenos Aires.
Prima di ripartire per l’Italia, i membri della delegazione lombarda hanno ringraziato le nostre autorità e i vari rappresentanti istituzionali argentini incontrati sia per l’accoglienza ricevuta e sia per il proficuo lavoro svolto.
Il giorno dopo sono partite per Mantova per rimanervi tre settimane, gli 8 specialisti, selezionati su base nazionale in Argentina dall’ONG Ceibos, per partecipare al “Corso di formatori ed esperti per l’emergenza socio-assistenziale degli indigenti in Argentina”, finanziato dalla Regione Lombardia all’Associazione dei Mantovani nel Mondo in collaborazione con l’Amministrazione Provinciale di Mantova

Jorge Garrappa Albani
Redattore Argentina
www.lombardinelmondo.org


l'ospedale Italiano di Rosario in Argentina

Mantovaninelmondo© 1999-2005
All rights reserved

 liberatiarts© Mantova Italy