Mantovani nel Mondo                    

      News 

ELEZIONI REGIONALI:
LE AGEVOLAZIONI DI VIAGGIO PER GLI ELETTORI ITALIANI ALL’ESTERO

Il 3 e 4 aprile 2005 si voterà in Italia per il rinnovo dei Consigli regionali in quattordici Regioni; alle elezioni regionali saranno abbinate anche quelle per il rinnovo di amministrazioni locali.
A queste consultazioni sono chiamati anche i cittadini italiani che vivono all’estero ma, a differenza dei referendum, per i quali gli elettori all’estero possono votare definitivamente per corrispondenza dal Paese di domicilio, per le elezioni regionali invece occorre ritornare nella città di residenza, nella quale si è iscritti all’Aire”.
Le agevolazioni di viaggio sono quelle esposte nella nota precedente e va, comunque, sottolineato che gli elettori provenienti dall’estero potranno usufruire del viaggio gratuito sul territorio nazionale italiano”.
Come previsto dalla legge, gli elettori italiani residenti che rientreranno in Italia per esercitare il diritto di voto alle prossime elezioni amministrative del 3 e 4 aprile 2005, avranno diritto alle consuete agevolazioni e cioè:

Autostrade.
Coloro che rientreranno in Italia in automobile per votare avranno diritto alla gratuità del pedaggio sulle tratte autostradali in concessione all’A.I.S.C.A.T. (Associazione Italiana Società Concessionarie Autostradali e Trafori) sia per il viaggio di andata che per quello di ritorno. L’agevolazione è valida sia per il primo turno che per l’eventuale turno di ballottaggio. Per usufruire delle agevolazioni gli elettori dovranno essere muniti, oltre che della documentazione elettorale e dei documenti personali, anche di tanti buoni pedaggio quante sono le tratte autostradali da percorrere per raggiungere il comune in cui dovrà votare. Per il viaggio di ritorno l’elettore dovrà presentare anche la tessera elettorale munita di bollo della sezione presso la quale ha votato.
Viaggi in treno.
Anche gli elettori residenti all’estero hanno diritto a una riduzione del 60% rispetto ai prezzi della tariffa ordinaria sia per la prima classe che per la seconda, esclusivamente per i viaggi di andata e ritorno. I biglietti hanno una validità di due mesi dalla data di emissione e non devono essere convalidati. Il viaggio di andata deve essere effettuato entro e non oltre le ore 22.00 del 4 aprile e quello di ritorno non può avere inizio prima delle 15.00 del 3 aprile. Per l’eventuale ballottaggio valgono le stesse norme, quindi il viaggio di andata deve essere effettuato entro e non oltre le ore 22.00 del secondo giorno e quello di ritorno non può avere inizio prima delle ore 15.00 del primo giorno di votazione.

Per ottenere il rilascio del biglietto a tariffa ridotta relativa al percorso italiano, gli elettori residenti all’estero devono esibire alle stazioni delle reti estere od agenzie estere abilitate alla vendita dei biglietti per il servizio interno italiano o alle stazioni italiane di confine, il passaporto o altro documento valido e la tessera elettorale, oppure la cartolina avviso o una dichiarazione delle autorità consolari italiane attestante che il connazionale, titolare della dichiarazione stessa, si reca in Italia per esercitare il diritto di voto e con l’indicazione dell’agevolazione che spetta all’elettore sui percorsi ferroviari. Gli elettori residenti all’estero non possono presentare l’autocertificazione in sostituzione della tessera elettorale. Gli elettori provenienti dalla Francia con treni “Artesia S.A.S. Giorno e Notte” devono essere provvisti in luogo del biglietto a tariffa “PASS 1”, di uno specifico biglietto A.R. a tariffa “PASS 2”.
Per ottenere il rilascio del biglietto a tariffa ridotta relativa al percorso italiano, gli elettori residenti all’estero devono esibire alle stazioni delle reti estere od agenzie estere abilitate alla vendita dei biglietti per il servizio interno italiano o alle stazioni italiane di confine, il passaporto o altro documento.

Viaggi in nave.
Agli elettori residenti all’estero, tutte le società del gruppo Tirrenia riconoscono il diritto al biglietto di passaggio gratuito. E’ prevista inoltre una riduzione del 60% per le ulteriori sistemazioni. E’ necessario presentare la tessera elettorale al momento dell’acquisto del biglietto, o, in mancanza, la cartolina avviso, o una dichiarazione delle autorità consolari italiane che attesti che il passeggero di reca in Italia per esercitare il diritto di voto.

Mantovaninelmondo© 1999-2005
All rights reserved

 liberatiarts© Mantova Italy