Mantovani nel Mondo                    

      News 

IL RECUPERO DELLA MEMORIA DELL’EMIGRAZIONE MANTOVANA SU RAI INTERNATIONAL
 
Il programma "Sportello Italia" dedica una puntata al progetto promosso
dall'Associazione in collaborazione con l'Archivio di Stato di Mantova

Entrando nel vivo, il progetto archivistico “Ricerca nella memoria”, promosso dall’Associazione e finanziato dalla Regione Lombardia, ha suscitato notevoli aspettative e grande interesse interesse nei media, specialmente all'estero. Il progetto, partito qualche anno anno fa e indirizzato unicamente alla provincia virgiliana si staLa dottoressa Ferrari (a dx) e la conduttrice Cristina Rinaldi il regista Pennacchia Francesco a dx con  Maurizio Zironi durante le ripreseampliando con nuove collaborazioni, infatti per il 2005, vi è gia un accordo con l’Archivio di Stato di Cremona ed attualmente sono in fase di definizione accordi con alcuni Archivi in Argentina, Brasile e Germania. In questo contesto, nei giorni scorsi una troupe di “Sportello Italia” ha effettuato un servizio all'interno dell'Archivio di Stato accolti dalla direttrice, dottoressa Daniela Ferrari, da  Daniele Marconcini, presidente dell’Associazione, che ha curato il progetto e  da Pietro Liberati, responsabile all’interno dell’Associazione stessa del progetto. Le riprese, con la regia di Pennacchia Francesco, curate dai tecnici Maurizio Zironi e Davide Balasini, si sono incentrate nel mostrare in quale modo vengono svolte le ricerche famigliari che arrivanofacciata dell'ex chiesa della Santissima Trinità numerose all'Archivio direttamente o attraverso Cristina Rinaldi con in mano un registro di leva dell'800l'Associazione. La dottoressa Ferrari, ha spiegato alla conduttrice Cristina Rinaldi, che le maggiori richieste, pervengono dal Brasile e dall'Argentina e in misura minore dagli agli paesi del Sud America e che, negli ultimi dieci anni, sono aumentate in maniera esponenziale. Riguardo alle motivazioni, sono molteplici ma sicuramente la principale è dovuta alla necessità ottenere i certificati di nascita degli avi per l'ottenimento della cittadinanza italiana. Va ricordato, che alla fine XIX° secolo erano oltre 50.000 i mantovani emigrati. Dopo aver mostrato in originale alcuni registri di leva in cui sono iscritti 180.000 nominativi di sesso maschile da cui sono tratte le informazioni che permettono di smaltire gran parte delle ricerche, la troupe poi è stata accompagnata nelle stanze dell'antico convento dei Gesuiti dove è conservato, in oltre 27 Km di ripiani, il patrimonio documentale archivistico di Mantova e Provincia. Nella parte più recente dell'archivio, una struttura moderna, ricavata all'interno dell'ex chiesa della Santissima Trinità sono conservati e preservati con sofisticati il presidente Marconcini sistemi di controllo dell'aria e umidità oltre ai sistemi di sicurezza, i documenti storicamente più importanti. Una distesa di faldoni numerati ed allineati, raccoglitori speciali e semplici buste, racchiudono i documenti che compongono l'archivio Gonzaga, quasi 400 anni di storia di questa Famiglia che regnò su Mantova dal 1328 al 1707. Alcuni deiPietro Liberati documenti più antichi sono stati mostrati alla  telecamera mentre  la dott. Ferrari ne ha illustrato i contenuti. Successivamente si è passati negli ambienti in cui vi sono ancora gli scaffali ottocenteschi, che svolgono ancora egregiamente il lavoro per cui sono stati assemblati quasi due secoli fa, dove sono continuate le riprese con l'intervista al presidente Marconcini che ha spiegato gli sviluppi e le prospettive del progetto che prevede un allargamento ad altri enti archivistici.  Una breve sintesi sulle modalità di ricerca che l'Associazione svolge nel territorio provinciale, illustrata da Pietro Liberati, ha concluso il servizio che andrà in onda, secondo le ultime informazioni,  nella prima settimana di Luglio La trasmissione "Sportello Italia" va in onda su RAI International tutti i giorni feriali alle ore 00.50 e in replica alle 12.50 ora italiana.

Testo e foto di Pietro Liberati

Mantovaninelmondo© 1999-2005
All rights reserved

 liberatiarts© Mantova Italy