VENEZUELA

  News 2004

L'A.M.M. incontra i Lombardi del Venezuela

COMUNICATO 1 

Si è svolto a Mantova un incontro tra l'Associazione Mantovani nel Mondo guidata dal Presidente, Daniele Marconcini e dal Vicepresidente, Antonello Confente e una delegazione proveniente dal Venezuela, formata dal Presidente dei Lombardi Gianni Cappellin dalla rappresentante della Camera di Commercio italo-venezuelana Lidia Bruttini e dalla rappresentante del Comites di Caracas Rosita Belgiovane De Di Geronimo. La riunione è stata giudicata della massima importanza dall'Associazione,considerato il grave clima tensione che vive il Venezuela che a breve dovrà affrontare un referendum per la revoca del mandato al Presidente Chavez. Un clima che vede il totale isolamento istituzionale della comunità lombarda a cui Marconcini, in qualità di rappresentante del Consiglio Regionale nella Consulta dell'Emigrazione, ha espresso la sua solidarietà e il suo impegno affinchè sia data la dovuta attenzione ai problemi che essa ha. Si è quindi deciso di creare un gruppo venezuelano - lombardo con sede a Milano che segua e affronti i i bisogni dei nostri corregionali. A tale proposito si invitano tutti coloro che sono interessati in Italia a contattare l'A.M.M. Il primo obbiettivo è quello di predisporre una proposta socio-assistenziale simile a quella in fase di elaborazione che verrà presentata per l'Argentina, facendo un censimento dei bisogni,favorendo i gemellaggi tra Ospedali venezuelani e lombardi. L'AMM inoltre appoggerà il progetto per la costruzione di una struttura sanitaria di pronto intervento, predisposta dalla Fondazione presieduta dalla signora Rosita B. Di Geronimo verificando presso la Regione Lombardia la fornitura di apparecchiature sanitare dismesse che potranno essere inviate in Venezuela. A conclusione dell'incontro l'Associazione dei Lombardi in Venezuela ha dato l'adesione al Portale dei Lombardi, predisposto dall'AMM, con finanziamento regionale, per stimolare un'aggregazione dei lombardi venezuelani anche in Italia e per dare la massima diffusione alle problematiche della comunità.


COMUNICATO 2 


Salviamo le scuole italiane in Venezuela

L'AMM ha ricevuto dalla delegazione dell'Associazione dei Lombardi in Venezuela, guidata dal Presidente Gianni Cappelin, un'appello a favore della Scuola Italiana Agostino Codazzi di Caracas, riconosciuta dal Governo italiano. Quest'ultima sta vivendo infatti un periodo particolarmente difficile per le turbolenze politiche che hanno determinato una forte svalutazione della moneta locale che ha scoraggiato le iscrizioni alla scuola da parte di molti giovani. Il presidente Guido Brigli ha indirizzato a Marconcini una richiesta da inoltrare alla Regione Lombardia affinchè essa inserisca la scuola in eventuali progetti culturali e di formazione con la possibilità di concedere borse di studio universitarie. Inoltre è stata sottolineata l'esigenza che la Scuola possa avere i propri titoli di studio riconosciuti in Venezuela con un ampliamento delle materie al fine di ampliare la gamma delle possibilità formative della stessa. L'AMM ha messo in contatto la delegazione lombarda con il Ministro Tremaglia. Ricordiamo, grazie ad una nota pervenutaci dalla Preside Lucia Veronesi del'Associazione Civile Scuola Agostino Codazzi, che il primo nucleo della Scuola "Agustin Codazzi" risale al 1936 quando un maestro invitato dal Governo italiano cominciò a fare lezioni a molti bambini italiani diventati in seguito eminenti professionisti in Venezuela. Dopo la seconda guerra mondiale sorse il progetto di fondare una istituzione il cui fine fosse l'educazione di bimbi di famiglie italiane. La Scuola fu fondata nel 1951 e funzionò come scuola elementare nella zona est di Caracas sino all'acquisto della "Quinta Elisa", complesso situato presso l'Avenida Los Pinos della Florida dove tutt'ora funziona parte dell'attuale struttura scolastica. Nel 1956 la scuola media "Leonardo da Vinci" e il Liceo "Venezuela" furono riconosciuti legalmente dal Ministero degli Affari Esteri (MAE) per cui le due scuole poterono funzionare con programmi italiani. Fin dal primo momento della sua fondazione la Scuola Augustin Codazzi tra i tanti obbiettivi ne ha avuto uno fondamentale, stabilito statutariamente nella "Asociacìon Civil Escuela Agustin Codazzi", e cioè quello di "mantenere nei bambini e adolescenti e per riflesso nelle loro famiglie, l'amore per il paese di origine, l'Italia, e per la cultura italiana.". Attualmente funziona la Scuola Elementare "Oscar Molinari", la Scuola Media "Leonardo da Vinci" e il Liceo Scientifico "Venezuela", parificate come scuole italiane con Comunicazione ministeriale n.267/26839. Recentemente è stato attivato il Liceo Internazionale della Comunicazione. 
L'AMM lancia un appello a tutto il mondo del volontariato degli italiani all'estero e alle istituzioni nazionali e regionali per salvare questo grande patrimonio italiano in Venezuela.

Altri Articoli

  - Venezuela: diritti umani minacciati  (19-06-2004)
  - Referendum in Venezuela -Comunicato  (19-06-2004)
  - Articolo della Gazzetta del Sud sulla morte di Cosimo Biella a Caracas.
  - La poverta 'sta uccidendo piu' di una catastrofe(28-05-2004) (28-05-2004)
  - SE LA DEMOCRAZIA E' QUESTA, NON LA VOGLIO! (28-05-2004)
  - CHE SUCCEDE IN VENEZUELA?           (22-05-2004)
  - VENEZUELA, UN PAESE IN AGONIA     (22-05-2004)

 


All rights reserved
Mantovaninelmondo© 1999-2004

liberatiarts© Mantova Italy