Associazione                                News 2003
 Dall'Argentina, Brasile, Uruguay e Costarica
i futuri Dirigenti del Volontariato delle Associazioni Lombarde

Formati attraverso un corso AMM finanziato con L.R. 1/85 dalla Regione Lombardia

Si è appena concluso il Corso per Dirigenti di Volontariato per le  Associazioni Lombarde  all’Estero, che si inserisce nel quadro delle iniziative promosse dall’Associazione e finanziate dalla Regione Lombardia. Lo svolgimento articolato in quattro aree tematiche, ha impegnato a fondo i partecipanti che hanno valutato positivamente questa seppur breve esperienza. Da una prima analisi possiamo affermare che già un risultato si è ottenuto: è che la comunità Lombarda in America Latina ha avuto la grande occasione di parlarsi, di conoscersi e di farsi conoscere.  Altra opportunità è stata quella di  promuovere in modo unitario agli enti pubblici lombardi ad iniziare dalla Regione, richieste tese a risolvere le numerose problematiche in cui si dibattono le varie Associazioni,  fatto questo che non accadeva da anni. Di solito infatti avveniva il contrario, si partiva dall'Italia, dalla Lombardia, per conoscere le necessità delle comunità senza aver  poi al ritorno, un quadro reale della situazione. Da ora vi è una sorta di filo diretto attraverso il quale con uno scambio di informazioni reciproche si possono valutare ed intervenire a seconda dei bisogni e delle aspettative dei Lombardi e  dei loro discendenti. Un primo passo verso un impegno maggiore e concreto da parte delle comunità lombarde all'estero e degli enti pubblici in Italia. Nell'incontro con la Regione si sono poste le basi per un ripensamento di una legge sui Lombardi nel Mondo dato che quella attuale risale al lontano 1985. 
È evidente che vi è molto da fare nell'area socio-assistenziale per le comunità, le associazioni e i singoli individui lombardi residenti all'estero. La Lombardia ha sviluppato strumenti di intervento nella cooperazione decentrata che spesso non si incrociano con i bisogni dei Lombardi che, in paesi come l'Argentina, vivono drammaticamente situazioni di emergenza sanitaria e di indigenza. Allo stesso tempo è indubbio che la politica regionale si sia indirizzata verso l'area economica per sostenere l'internazionalizzazione delle imprese lombarde. Nel dare maggiore visibilità all'Associazionismo Lombardo nel Mondo si vogliono evidenziare i nuovi bisogni e la forte richiesta di poter usfruire delle opportunità che la Regione offre, quali la formazione professionale, l'accesso al sistema universitario, l'appoggio alle P.M.I. Tutto questo però rischia di non concretizzarsi senza un preciso impegno politico ed affettivo della Giunta e del Consiglio Regionale, che dovrebbero destinare maggiori risorse umane ed economiche alla tematica dei Lombardi nel mondo.  E' comunque unanime l'intendimento delle Associazioni partecipanti di collaborare con la Regione, a tutti livelli, apportando un contributo positivo e fattivo alla risoluzione di questi problemi.  Questi incontri hanno anche permesso di unire ed integrare le esperienze dei  discendenti dell'emigrazione storica con coloro che sono emigrati in anni piu' recenti.
Si è inoltre manifestata la volontà di intervenire, in forma comune, in quei Paesi, come il Venezuela, per aggregare le varie realtà Associazionistiche Lombarde presenti  ma prive della necessaria visibilità al fine di sostenerle nella grave crisi regionale con cui devono convivere. Per accelerare la visibilità di questo gruppo di lavoro e per dare forza ai propri bisogni si è costituito un Consiglio permanente dei Lombardi nel Mondo, formato dalle Associazioni che hanno aderito al corso dell'AMM, comprensive di paesi quali l'Argentina, il Brasile, l'Uruguay e il Costarica. A breve si spera, che si aggregheranno i Circoli Lombardi del Messico, dell'Australia e di altri paesi.


Hanno partecipato al corso:

  • La Federazione dei Lombardi in Argentina - FADAL

  • I Circoli lombardi Argentini di:Cordoba, Rosario, Rafaela, La Plata e Mar del Plata

  • Il Circolo Lombardo di PAYSANDU (Uruguay)

  • IL Circolo Lombardo di Montevideo (Uruguay)

  • Il Circolo Lombardo di Porto Alegre - Caxias do Sul  (Brasile)

  • L'Associazione Culturale dei Mantovani in Brasile di S.Paolo (Brasile)

  • Il Circolo dei Lombardi di Espirito Santo (Brasile)

  • La Famiglia Mantovana in Costarica

  • L'Ass.dei Lombardi in Costarica

  • Adesione morale alle finalità del corso l'Associazione dei Lombardi in Messico

INTERVENTO CONCLUSIVO DI DANIELE MARCONCINI,PRESIDENTE DELL'AMM

L'obbiettivo era quello di prendere coscienza del ruolo che la società civile organizzata nel volontariato lombardo nel mondo puo' svolgere a favore della propria comunità, in collegamento con gli enti pubblici lombardi e con le organizzazioni di volontariato presenti a livello locale.  L'impegno è quello di passare da una vita sociale conviviale a forme organizzate di solidarietà come sta avvenendo in Italia con la piena comprensione per un accesso consapevole e mirato alle fonti di finanziamento prevista dalla normativa regionale e nazionale. E' di fondamentale importanza avere consapevolezza del proprio ruolo nel
volontariato al fine di una elaborazione sui bisogni e sulle necessità della comunità. In questo momento infatti vi è il rischio che tali elaborazioni passino solo attraverso i "professionisti dell'emigrazione" o degli specialisti, senza l'apporto disinteressato della gente comune. Questo non vuol dire non doversi avvalere di questi apporti ma semplicemente aggregare ad essi coloro che poi devono svolgere una vera funzione di rappresentanza sociale delle comunità. Inoltre le politiche regionali e nazionali, dopo la conquista del voto all'estero, dovranno perfezionarsi a favore di altri bisogni collettivi ed individuali spesso
più impellenti, considerate le crisi regionali in cui sono immersi alcuni paesi latino-americani


Mantova 
(PiLi-AMM)

All rights reserved
Mantovaninelmondo© 1999-2004

liberatiarts© Mantova Italy