ottobre  2004                     Mantovani nel Mondo                    

      REGIONE 

 COMUNICATO AMM


RIUNIONE DELL'UFFICIO DI PRESIDENZA DEL CONSIGLIO REGIONALE LOMBARDO CON I RAPPRESENTANTI DELLA CONSULTA DELL'EMIGRAZIONE DELLA REGIONE LOMBARDIA 

Il Presidente del Consiglio Regionale Lombardo Attilio Fontana ha convocato una riunione per fare il punto della situazione sulla tematica dei "Lombardi nel Mondo" con particolare riferimento alle comunità residenti in Argentina. Brasile, Uruguay, Cile e Costarica.

All'iniziativa, sollecitata dai rappresentanti del Consiglio regionale nella Consulta dell'Emigrazione, hanno partecipato per l'Ufficio di Presidenza,oltre che il Presidente stesso, la Vicepresidente del Consiglio Fiorenza Bassoli,il Consigliere regionale Giuseppe Adamoli, il Presidente delegato della Consulta regionale dell'emigrazione il Consigliere Marcello Raimondi con i rappresentanti del Consiglio Regionale nella Consulta Francesco Di Martino e Daniele Marconcini.
Erano presenti Maria Elena Milano della Direzione Generale di Presidenza, Relazioni Internazionali,Unità Organizzativa Promozione Lombardi nel Mondo,il Segretario Generale del Consiglio Regionale Antonello Turturiello il Dirigente del Servizio per l'Ufficio di Presidenza e Autority Giovanni Buratti e il Vicedirettore del Settore stampa del Consiglio regionale Paolo Sensale.
In esordio di riunione il Presidente Fontana ha ricordato che una delegazione consiliare, da lui guidata, si è recata in Argentina nel novembre 2003 incontrando tra l'altro le Associazione dei Lombardi nel paese, riunite nella FADAL.
Nel corso della missione sono state poste fortemente in evidenza una serie di difficoltà, a cui la comunità di discendenti lombardi deve far fronte, alla luce della grave crisi che ha colpito il paese negli ultimi anni in particolare la necessità di avviare azioni di sostegno socio-assistenziale e sanitario da parte della Regione Lombardia.

Marcello RaimondiInoltre è stato sottolineato dal Presidente Fontana la necessità di affrontare nuovi bisogni emergenti, legati all'emigrazione degli ultimi decenni,che ha portato una forte presenza imprenditoriale lombarda stabilmente residente all'estero.
Il Presidente Fontana ha poi dato la parola al rappresentante del Consiglio Regionale lombardo nella Consulta dell'Emigrazione Daniele Marconcini per relazionare sulla tematica.

Marconcini ha ricordato che il Consiglio Regionale ha approvato all'unanimità nel dicembre 2003 un documento concernente interventi atti a garantire cure sanitarie a favore degli emigranti in Argentina,tema riproposto nel luglio 2004 con un ordine del giorno accolto come "raccomandazione" dalla Giunta Regionale con l'impegno di convocare la 3 °Commissione Sanità per valutare anche una copertura di bilancio. Oltre questa iniziativa egli ha evidenziato la richiesta avanzata dal'Associazione lombarda di Rosario, attraverso l'Associazione dei Mantovani nel Mondo, per un gemellaggio da parte della Regione Lombardia con l'Ospedale italiano di Rosario, formalizzata all'Assessorato regionale della Sanità e recentemente presentata al Responsabile Comunicazione e Relazioni Internazionali Carlo Alberto Tersalvi.  Si dovrà quindi realizzare al più presto un censimento dei bisogni dei nostri corregionali all'estero per monitorare in continuo le necessità e le emergenze , indirizzando le risposte più appropriate presso la Comunità lombarda in Argentina. Marconcini ha comunque evidenziato che la tematica socio-assistenziale dovrebbe essere allargata a tutti i paesi che ospitano le comunità lombarde a cominciare da Uruguay, Brasile e Venezuela, lamentando che quest'ultimo paese non è stato inserito nei paesi in cui,prioritariamente, dovrebbe intervenire la Regione Lombardia con i progetti di cooperazione decentrata. Mancanza a cui si dovrebbe supplire urgentemente vista la situazione socio assistenziale e sanitaria che colpisce la comunità italiana e lombarda.
Una tematica affrontata da Marconcini con l' U.O.Interventi socio-sanitari e socio-assistenziali nella figura della responsabile Rosella Petrali. Attività che quindi ,necessariamente, dovrà essere svolta con la collaborazione dell'Assessorato Famiglia e Solidarietà, con l'Assessorato alla Sanità e l'U.O. della Cooperazione decentrata di concerto con l'U.O.Promozione Lombardi nel Mondo. In tal senso egli ha informato che è stato approvato dalla Regione Lombardia un progetto all'Associazione Mantovani nel Mondo, in collaborazione con l'Agenzia AIS della Provincia di Mantova per un importo di 35 mila euro, allo scopo di realizzare un percorso formativo rivolto a figure da inserire in ruoli chiave nell'ambito di servizi preposti per fronteggiare lo stato di emergenza socio-assistenziale degli indigenti in Argentina, con particolare riferimento agli emigrati lombardi ed italiani. Questo per creare una struttura integrata con i servizi regionali. Una struttura che verrà presentata al più presto attraverso un progetto che a breve verrà inviato all'U.O. della Cooperazione decentrata con richiesta di finanziamento diretto, in collaborazione con ONG lombarde ed argentine .
Marconcini e Attilio FontanaUn impegno assunto nel febbraio scorso alla presenza delle Associazioni lombarde in America Latina nel corso di un incontro con la dr.ssa Augusta Borghi dell' U.O. PRE DG Presidenza -Cooperazione decentrata che dovrà comportare necessariamente anche un coordinamento istituzionale che consenta un 'azione coordinata di Giunta e Consiglio Regionale.
Per consentire il raggiungimento di questo obbiettivo, Daniele Marconcini ha proposto di emendare l'art.7 a L.R. 1/85, specificando nel dettaglio composizione e compiti del Comitato Tecnico-Consultivo che dovrà essere formato dal Presidente del Consiglio Regionale o suo delegato, da un rappresentante dell'Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale, dai tre rappresentanti del Consiglio Regionale e presieduto dal Presidente della Consulta Regionale con segretario il funzionario dell'Unità Operativa dei Lombardi nel Mondo. Un organismo che si avvarrà di volta in volta dell'apporto delle varie Commissioni regionali e dei dirigenti dei vari Assessorati.
Marconcini ha sottolineato che tale intervento apporterebbe una maggiore operatività, ricordando che comunque la Legge 1/85 pur essendo datata è totalmente operativa, anche grazie a due recenti delibere di indirizzo che hanno consentito di aggiornare sia le tematiche e sia gli ambiti di intervento con finanziamenti alle Associazioni ed Enti preposti all'emigrazione Lombarda, pari a circa 340 mila euro. Un contributo economico, ha tenuto poi a sottolineare il Presidente delegato Marcello Raimondi che assommato a quello ai progetti finanziati alla Cooperazione decentrata pongono la Lombardia ai primi posti in Itala come impegno a favore dei paesi terzi, a cominciare da quelli che ospitano comunità lombarde.
Raimondi ha preso atto delle osservazioni di Marconcini per abbreviare i tempi per le istruttorie di finanziamento alle Associazioni.

 Il Presidente Fontana e la Vicepresidente del Consiglio Regionale Bassoli si sono dichiarati d'accordo per introdurre l'emendamento alla Legge convinti in questo modo di rafforzare l'attività istituzionale regionale, creando una positiva sinergia tra il Consiglio e la Giunta. 
Fiorenza Bassoli e Marconcini Fiorenza Bassoli ha sottolineato la necessità di svolgere una riflessione sul modello lombardo nei rapporti con le proprie comunità all'estero confrontandolo con quello di altre Regioni, ponendo le basi in questo fine legislatura per un rinnovato impegno sulle problematiche piu' attuali a cominciare dall'emergenza sanitaria dei lombardi in paesi come l'Argentina.
Il rappresentante del Consiglio Regionale nella Consulta Di Martino è intervenuto si dichiarandosi completamente d'accordo con le proposte di Marconcini.
Raimondi ha evidenziato che la tematica dei Lombardi nel Mondo,assunta direttamente come delega dal Presidente della Regione Roberto Formigoni, è cresciuta in interesse ed impegno essendo seguita oramai da vari Assessorati e Direzioni regionali.
Egli si è detto convinto che i tempi sono maturi per varare una nuova legge pur rimarcando la funzionalità della legge vigente e la continuità dei finanziamenti in questi anni alle Associazioni dei Lombardi nel Mondo.
Marconcini ha sottolineato la necessità di convocare la Conferenza dei Lombardi nel Mondo,così come previsto dalla legge, per un confronto anche per acquisire nuove necessità legate, oltre che all'emigrazione dei discendenti di fine secolo e del primo dopoguerra, a quello dell'imprenditoria lombarda residente all'estero.
Una necessità avvertita fortemente anche dal Presidente Fontana nel corso dei suoi incontri con le comunità lombarde all'estero.
Una imprenditoria quella lombarda, pari al 35% del totale della presenza italiana all'estero, che reclama un sostegno economico e creditizio e più servizi individuali, per la famiglia e per i figli, soprattutto con un'offerta formativa ed universitaria in Lombardia e all'estero.
Per fare ciò, secondo il Presidente dei Mantovani nel Mondo, occorrerebbe mettere mano al più presto allo Statuto per inserire lo "status" di Lombardo nel Mondo e ragionare sin d'ora per un rafforzamento della legislazione lombarda in materia, considerato che tra due anni avremo in Parlamento 18 rappresentanti delle Comunità italiane nel Mondo.
Nel frattempo il dialogo con i Lombardi all'estero si deve rafforzare ed è per questo che Marconcini ha chiesto l'adesione del Consiglio Regionale e dei vari Assessorati al Portale dei Lombardi nel Mondo, finanziato dalla Regione a Mantovani nel Mondo con un Comitato di redazione formato in sinergia con i Circoli lombardi all'estero.
Una proposta accolta dal Presidente Fontana, il quale nel riaffermare il suo impegno personale e quello dell'Ufficio di Presidenza per una collaborazione fattiva con la Consulta dell'Emigrazione, ha informato della volontà del Consiglio Regionale di destinare un fondo di 40.000 euro all'Alta Formazione per le Regioni di Santa Fé in Argentina, Espirito Santo in Brasile e per il Costa Rica .
Cio' verrà realizzato con un bando che assegnerà tre borse di studio per il settore marketing, a sostegno del mondo imprenditoriale lombardo nel mondo.
La riunione si è conclusa con l'impegno del Consigliere regionale Marcello Raimondi a portare le istanze emerse all'attenzione del Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, assente per causa di forza maggiore essendo in missione in Cina.

foto tratte dal sito ufficiale della Regione Lombardia 

Mantovaninelmondo© 1999-2004
All rights reserved

 liberatiarts© Mantova Italy