Mantovani nel Mondo              COMUNICATO 

ottobre  2004      

I RIVAROLESI MANTOVANI DI  RAFAELA (ARGENTINA)


L'insediamento abitativo di Rivarolo, come testimoniano vari siti archeologici,risale sin dai tempi del neolitico. In epoche più recenti prese il nome di "Rivarolo Fuori", probabilmente per essere stato escluso dal dominio della Spagna, a differenza dell'altro Rivarolo che vi era compreso a che si chiamò prima "Rivarolo Dentro" e poi "Rivarolo del Re".   Dall'anno 1000 in poi il borgo subì  varie dominazioni (gli Estensi, i Vescovi di Cremona, le famiglie Dovara, Persico, Mariani, Picenardi e  Cavalcabò). 
Rivarolo Mantovano foto di Pietro LiberatiAi primi del 1400 i Rivarolesi si sottomisero spontaneamente ai Gonzaga di  Mantova. Il suo sviluppo fu radicalmente determinato dalla figura del Principe Vespasiano Gonzaga. Egli faceva parte di un ramo cadetto della famiglia e risiedeva nel borgo fortificato di Sabbioneta, da lui stesso ideato quale realizzazione del modello di città ideale descritto nei trattati rinascimentali. Vespasiano ottenne il potere su Rivarolo dal padre Luigi Gonzaga. Sia Rivarolo che Sabbioneta facevano parte di un sistema di piccoli Principati affidati ai rami cadetti e facenti capi al potere politico di Mantova. Dopo essere stato territorio di dominio Francese e Austriaco nel '700, nel 1868, con la costituzione del Regno d'Italia e la distribuzione provinciale, Rivarolo e la sua frazione Cividale passarono definitivamente in Provincia di Mantova. Rivarolo Mantovano mantiene ancor oggi il nucleo storico nelle fattezze originarie, con la cinta muraria e le caratteristiche Porte merlate che immettono nell'abitato. Alla fine dell' 800 un gruppo di Rivarolesi emigrò in Argentina, a differenza della maggior parte dei mantovani partiti per il Brasile. Essi si insediarono nella città di Rafaela (Regione di S.Fè). I loro cognomi erano Fertonani, Peretti, Volta, Signorini ed altri. A distanza di oltre un secolo, grazie all'Associazione dei Mantovani nel Mondo, è tornata per la prima volta nella terra di origine una discendente di quei primi emigrati : Graziella Fertonani, accolta dal Sindaco Davide Cerasoli e dai consiglieri comunali Letizia Vezzoni e Fabio Antonietti e dal Presidente della Pro-Loco locale Fabio Franci, Graziella Fertonani ha iniziato l'iter per ottenere la cittadinanza italiana, grazie anche alla disponibilità del Municipio di mettergli a disposizione temporaneamente un'abitazione. Nel frattempo svolge un'attività volontaria di segretariato sociale a favore dei lombardi nel mondo, presso l'A.M.M. Il Sindaco ha espresso al Presidente dei Mantovani nel Mondo Daniele Marconcini la volontà di gemellarsi con Rafaela.  Richiesta inoltrata al Circolo lombardo della città, a cui è stato chiesto di collaborare prendendo opportuni  contatti con il Municipio argentino  

Mantovaninelmondo© 1999-2004
All rights reserved

 liberatiarts© Mantova Italy