ottobre 2003   Associazione

Gran Plaze 
Bruxelles - Gran Plaze

Convegno 

"L'emigrazione lombarda 
in Europa e 
nel mondo"

Bruxelles
15 -16 ottobre  2003

La facciata del Consolato Italiano a Bruxelles
Consolato Italiano


Il 15 ottobre, nella prestigiosa cornice dell'Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles, si è tenuto il convegno organizzato dall'Associazione, sul tema:"L'emigrazione lombarda in Europa e nel mondo". All'incontro hanno preso parte, altre ai docenti Serge Vanvolsem,

Marconcini consegna le opere edite dall'AM.M. in questi ultimi anni, all'Istituto di Cultura

copertina del libro "Italo-argentini una diaspora"  Anna Maria Minutilli ricercatrice presso l’università di Aachen e storica dei fenomeni migratori

 Luigi Rossi studioso dell’emigrazione lombarda in Germania e Docente di lingua italiana ed arte presso la Gesamtschule F. Steinhoff di Hagen (Germania).  Serge Valvonsen, storico dei problemi linguistici dell'Emigrazione,docente presso l'Università di Lovanio - Belgio

Sabina Gola studiosa dell'Emigrazione lombarda in Europa docente di letteratura italiana presso l'Università di Bruxelles  Valeria Forlani rappresentante dell'Ufficio della Regione Lombardia a Bruxelles

L'on. Pittella  Elisabetta Fonck Servizio Visite - Settore Italiano - Parlamento europeo

La delegazione AMM nell'emiciclo del Parlamento Europeo

incontro alla Commissione Europea

l'Atomium -

Foto e testi di Pietro Liberati

Sabina Gola, Luigi Rossi e Anna Maria Minutilli, studiosi  dell'emigrazione,  la rappresentante presso la CEE della Regione Lombardia Valeria Forlani e l'on. Pittella. Assenti per motivi istituzionali, i Consiglieri regionali lombardi Marco Tam, Antonio Viotto, Enzo Lucchini e Davide Boni, che rammaricandosi per l'assenza hanno fatto pervenire il loro sostegno e apprezzamento all'iniziativa. A fare gli onori di casa la direttrice dell'Istituto Italiano di Cultura, Pialuisa Bianco con la dirigente Sonia Fontana. 
Daniele Marconcini nella duplice veste di Rappresentante del Consiglio Regionale Lombardo nella Consulta dell'Emigrazione e presidente dell'Associazione Mantovani nel Mondo onlus, organizzatore dell'evento, ha donato le opere edite dall'AM.M. in questi ultimi anni, all'Istituto, ringraziando per la squisita accoglienza. 
In apertura del convegno, la presentazione del libro "Italo-argentini una diaspora" da parte dell'autrice, Anna Maria Minutilli, che ha riassunto i vari temi trattati nel testo. Sul come affrontare il complesso tema dell’emigrazione di ritorno dall’Argentina in maniera multidisciplinare dal punto di vista ed economico, politico, sociologico ed istituzionale. Durante l'intervento, l'autrice ha messo in rilievo l’impossibilità del l’Italia, nonostante gli sforzi congiunti delle regioni e delle diverse fazioni politiche, a far fronte a situazioni di emergenza come quelle degli emigrati di ritorno e,  di come gli italoargentini si dirigano non solo in Italia, ma anche in paesi come Spagna, Germania, Costa Rica, Canada e Stati Uniti. 
Gli storici Serge Vanvolsem e il prof. Rossi hanno evidenziato le profonde radici storiche dell'emigrazione italiana verso i paesi del nord Europa iniziata gia intorno al XIV° secolo e di come la lingua italiana fosse usata dai banchieri olandesi e fiamminghi fino al 1700. Il prof. Rossi ha evidenziato lo scarso interesse di molte istituzioni italiane per questo genere di ricerche anche su quelle legate ai fatti dell'ultima guerra mondiale. Sabina Gola, ha parlato della famiglia dei nobili Arconati Visconti, mecenati dei patrioti italiani in fuga dall'impero Austroungarico dopo i primi moti risorgimentali, si è poi soffermata sulla figura del mantovano  Giovanni Arrivabene ospite dei Visconti, rientrato a Mantova solamente nel 1866, dopo l'annessione al Regno d'Italia. 
Nel suo breve intervento l'on. Pittella ha rimarcato la situazione drammatica della Bolivia e dei paesi latino americani in generale. Alla fine dell'importante meeting, su proposta di Luigi Rossi, è stato deciso di istituire una sezione documentale ed archivistica sull'Emigrazione lombarda da parte dell'Associazione dei Mantovani nel Mondo con l'impegno di aderire all'invito della dr.ssa Forlani per rinnovare l'iniziativa l'anno prossimo, presso gli Uffici della Regione Lombardia a Bruxelles.
Nel corso della giornata di giovedì 16 ottobre la delegazione dell'AMM, guidata dalla dr.ssa Elisabetta Fonck, ha visitato la sede delle istituzioni Europee, dalla sala dell'Europarlamento a quella della Commissione Europea dove si è svolto un incontro con la dr.ssa Janet Coto Moreno, responsabile dei progetti comunitari Alfa e Alban, riguardanti le Università latino americane. Tale visita rientra nel progetto di Segreteria sociale per gli studenti stranieri Erasmus iscritti alla sede mantovana di Architettura del Politecnico di Milano, al fine di favorire l'erogazione di borse di studio agli studenti latino americani anche di origine lombarda. A tal fine vi saranno ulteriori approfondimenti con la dr.ssa Moreno ed il suo Dipartimento con il coinvolgimento delle Università latino americane che aderiscono al progetto di Segretariato sociale dell'Ass. dei Mantovani nel Mondo.
La delegazione dell'AMM oltre al presidente, Daniele Marconcini, era formata dai vicepresidenti  Luca Faccin  e Luigi Guidorzi, dal responsabile del sito Internet Pietro Liberati, dal consigliere Renato Cisana e dai soci  Enea Nizzola, Franco Corniani e Dino Gramostini.

da Sx:  Nizzola, Faccin, Marconcini, Vanvolsem e Cisana  

All rights reserved
liberatiarts© Mantova Italy 
Mantovaninelmondo 1999-2003