2003                                     bando    

ITALIA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE

4 Bando dell'anno 2002 per la selezione di 7.988 volontari da impiegare in progetti di servizio civile, in Italia e all'estero, ai sensi della legge 6 marzo 2001, n. 64

IL DIRETTORE GENERALE

Viste le leggi 8 luglio 1998, n. 230, 6 marzo 2001, n. 64, l'art. 5, comma 4, della legge n. 64 del 2001, l'art. 6, comma 1, della citata legge n. 64, ai sensi della legge 6 marzo 2001, n. 64, e della legge 8 luglio 1998, n. 230"; Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25 gennaio 2002 recante, tra l'altro, la determinazione, per l'anno 2002, del contingente di giovani ammessi al servizio civile ai sensi dell'art. 6, comma 1 della legge n. 64 del 2001 e ulteriori disposizioni relative al trattamento economico e al servizio civile all'estero; Rilevato che alla data odierna, in relazione ai progetti presentati dagli enti entro la data del 1 settembre 2002, secondo  quanto previsto dalla circolare del 17 luglio 2002 del direttore generale dell'Ufficio nazionale per il servizio civile, sono stati  approvati dall'Ufficio 915 progetti, che consentono di avviare al servizio settemilanovecentottantotto volontari;

Decreta:


Art. 1.

Generalita'
E' indetto un bando per la selezione di
settemilanovecentottantotto volontari da impiegare per l'anno 2002 nei progetti di servizio civile, in Italia e all'estero, di cui all'elenco contenuto nell'allegato 1, approvati dall'Ufficio nazionale per il servizio civile (di seguito: "l'Ufficio") ai sensi dell'art. 7 della legge 6 marzo 2001, n. 64. L'impiego dei volontari nei progetti decorre dalla data del 30 dicembre 2002. E' facolta' dell'Ufficio modificare la data di inizio servizio in relazione alla data di arrivo delle graduatorie di cui al successivo art. 5, nonche' alla completezza delle informazioni inserite nel file in Excel di cui al citato art. 5. L'eventuale diversa data di partenza sara' concordata con l'ente presso cui i progetti sono realizzati e dovra' coincidere, di norma, con il primo giorno del mese. L'Ufficio comunica ai volontari selezionati, secondo le procedure e le modalita' indicate al successivo art. 5, la data di avvio al servizio. La durata del servizio e' di dodici mesi. Il periodo di servizio civile prestato e' riconosciuto utile, a richiesta dell'interessato, ai fini del diritto e della determinazione della misura dell'assicurazione generale obbligatoria per l'invalidita', la vecchiaia e i superstiti, secondo il modello di copertura previdenziale figurativa riservato agli obiettori di coscienza in servizio civile obbligatorio. Ai volontari in servizio civile spetta un trattamento economico di Euro 433,80 mensili al lordo della ritenuta fiscale del 18%. 

Art. 2.

Progetti e posti disponibili
Presso gli enti titolari dei progetti approvati, oltre che sui rispettivi siti Internet, possono essere attinte tutte le informazioni concernenti le tipologie di progetto da realizzare presso le distinte sedi di impiego, i posti disponibili, nonche' tutte le informazioni concernenti i singoli progetti, con specifico riferimento ai particolari requisiti richiesti ai volontari, ai servizi offerti dagli enti, alle condizioni di espletamento del servizio, nonche' agli aspetti organizzativi e gestionali.

Art. 3.

Requisiti di ammissione
Possono partecipare alla selezione le cittadine italiane che alla data di scadenza del bando abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventiseiesimo anno di eta', nonche' i cittadini riformati per inabilita' al servizio militare in sede di visita di leva, ovvero successivamente a seguito di nuova visita medica, che alla data di scadenza del predetto bando non abbiano superato il ventiseiesimo anno di eta', in possesso dei seguenti requisiti:
essere cittadini italiani; 
godere dei diritti civili e politici;
non essere stati condannati con sentenza di primo grado per
delitti non colposi commessi mediante violenza contro persone o per delitti riguardanti l'appartenenza a gruppi eversivi o di criminalita' organizzata;
essere in possesso di idoneita' fisica, certificata dagli organi del Servizio sanitario nazionale, con riferimento allo specifico settore d'impiego per cui si intende concorrere. 
I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande e mantenuti sino al termine del servizio.

Art. 4.

Presentazione delle domande
La domanda di partecipazione indirizzata direttamente all'ente che realizza il progetto prescelto deve pervenire allo stesso entro l'11 novembre 2002. Le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione. La tempestivita' delle domande e' accertata dall'ente che realizza il progetto. La domanda deve essere: 
redatta in carta semplice, secondo il modello in allegato 2 al presente bando, attenendosi scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso. Copia del modello puo' essere scaricata dal sito Internet dell'Ufficio www.serviziocivile.it  - sezione modulistica;
firmata per esteso dal richiedente, con firma da apporre necessariamente in forma autografa, accompagnata da fotocopia di valido documento di identita' personale, per la quale non e' richiesta autenticazione; corredata della scheda di cui all'allegato 3, contenente i dati relativi ai titoli. Non e' possibile presentare domanda per piu' di un progetto, a pena di esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti cui si riferisce il presente bando. Non possono presentare domanda i giovani che gia' prestano servizio civile in qualita' di volontari ai sensi della legge n. 64 del 2001, ovvero che abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista.

Art. 5.

Procedure selettive
La selezione dei candidati e' effettuata dall'ente che realizza il progetto prescelto sulla base dei criteri stabiliti dalla determinazione del direttore dell'Ufficio del 30 maggio 2002. I candidati si attengono alle indicazioni fornite dall'ente medesimo in ordine ai tempi, ai luoghi ed alle modalita' delle procedure selettive. L'ente valuta i titoli presentati e compila per ogni candidato, a seguito di colloquio, la scheda di valutazione, attribuendo il relativo punteggio. Non sono dichiarati idonei a prestare servizio civile volontario nel progetto prescelto e per il quale hanno sostenuto le selezioni i candidati che abbiano ottenuto nella scheda di valutazione un punteggio inferiore a 36/60.  L'ente, terminate le procedure selettive, compila la graduatoria in modo da evidenziare i candidati utilmente selezionati nell'ambito dei posti disponibili secondo  l'articolazione territoriale di ciascun progetto. Della graduatoria, redatta in ordine decrescente rispetto ai punteggi attribuiti in sede di selezione, l'ente deve assicurare idonea pubblicita'; sono comunque fatte salve le verifiche di cui al successivo, comma 5, da effettuarsi a cura dell'Ufficio. La graduatoria deve pervenire all'Ufficio, nel termine di quindici giorni dalla data di scadenza della presentazione delle domande, unitamente alle schede di valutazione e a tutta la documentazione afferente al procedimento di selezione dei candidati.
Inoltre, l'ente trasmette al seguente indirizzo di posta elettronica
richiestevolontari@serviziocivile.it  i dati relativi a tutti i volontari che hanno partecipato alla selezione, secondo il tracciato del file in formato Excel scaricabile dal sito dell'Ufficio nella sezione modulistica. L'Ufficio verifica la sussistenza in capo ai volontari selezionati dei requisiti di partecipazione stabiliti dalla legge e dal presente bando e provvede ad approvare le graduatorie, dandone tempestiva comunicazione agli enti. Del provvedimento di approvazione della graduatoria e dei relativi allegati e' assicurata da parte
dell'ente adeguata pubblicita'. Con comunicazione del direttore dell'Ufficio, che deve essere sottoscritta per accettazione dai volontari, vengono indicati ai
selezionati: la sede di assegnazione, la data di inizio e fine servizio, le condizioni economiche, previdenziali, assicurative previste per il volontario, gli obblighi di servizio di cui al successivo art. 7.
L'ente trasmette all'Ufficio copia della comunicazione sottoscritta dal volontario, ai fini della conservazione presso l'Ufficio stesso e della erogazione dei pagamenti ai volontari.

Art. 6.

Volontari in servizio civile all'estero
Per i volontari impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile all'estero, in aggiunta al compenso mensile lordo di Euro 433,80 per i volontari in servizio civile in Italia sono previsti:
a) una indennita' estero di Euro 15 giornalieri, al lordo delle ritenute fiscali, per tutto il periodo di effettiva permanenza all'estero;
b) una indennita' giornaliera per il vitto e l'alloggio di Euro 20 se a carico del volontario e di Euro 15 se i predetti servizi sono forniti dell'ente di realizzazione dei progetti; 
c) eventuali vaccinazioni obbligatorie. Le spese di vaccinazione obbligatoria sono a carico dell'ente che realizza il progetto, a cui l'Ufficio rimborsa un contributo pari a Euro 25 per volontario;
d) il rimborso delle spese del solo viaggio di andata e ritorno dall'Italia al Paese estero di realizzazione del progetto. Le spese sono anticipate dall'ente che realizza il progetto e rimborsate dall'Ufficio.

Art. 7.

Obblighi di servizio
I volontari si impegnano ad espletare il servizio per tutta la sua durata e ad adeguarsi alle disposizioni in materia di servizio civile dettate dalla normativa primaria e secondaria in materia, in quanto compatibili, nonche' alle prescrizioni impartite dall'ente d'impiego in ordine all'organizzazione del servizio e alle
particolari condizioni di espletamento. Il volontario e' tenuto al rispetto dell'orario di servizio nonche' al rispetto delle condizioni riguardanti gli eventuali
obblighi di pernottamento, o di altra natura, connessi al progetto medesimo.
L'interruzione del servizio senza giustificato motivo, prima della scadenza prevista, comporta l'impossibilita' a partecipare per il futuro alla realizzazione di nuovi progetti di servizio civile volontario, nonche' la decadenza dai benefici eventualmente previsti dallo specifico progetto.

Art. 8.

Trattamento dei dati personali
Ai sensi dell'art. 10, comma 1, della legge 31 dicembre 1996, n. 675, i dati personali forniti dai richiedenti saranno raccolti per le finalita' di gestione del servizio civile e saranno trattati presso una banca dati automatizzata. Il conferimento di tali dati e' obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti necessari per l'ammissione. Le medesime informazioni potranno essere comunicate unicamente alle amministrazioni pubbliche e agli enti direttamente interessati allo svolgimento del servizio civile. L'interessato gode dei diritti di cui all'art. 13 della citata legge n. 675 del 1996, tra i quali il diritto d'accesso ai dati che lo riguardano, il diritto di rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonche' il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti del direttore generale dell'Ufficio nazionale per il servizio civile, titolare del trattamento dei dati personali. 

Art. 9.

Disposizioni finali
Al termine del servizio verra' rilasciato dall'Ufficio un attestato di espletamento del servizio civile volontario redatto sulla base dei dati forniti dall'ente. Per informazioni relative al presente bando e' possibile contattare l'Ufficio nazionale per il servizio civile (via San Martino della Battaglia, 6 - 00185 Roma) attraverso il: servizio call-center, al numero 848800715 (attivo dal lunedi' al venerdi' dalle ore 8,30 alle 13 e dalle ore 13,45 alle 17, al costo di una telefonata urbana); servizio relazioni con il pubblico, al numero 0649224489
(attivo dal lunedi' al venerdi' dalle ore 14 alle ore 16); ufficio relazioni con il pubblico: dal lunedi' al venerdi' dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e dalle ore 14,30 alle ore 16,30 ad esclusione del martedi' e venerdi' pomeriggio. Roma, 8 ottobre 2002 
Il direttore: Bertolaso

NOTE ESPLICATIVE AL BANDO

Note all'art. 1.

Il numero dei posti per i quali e' indetta la selezione rappresenta il totale dei volontari richiesti dai progetti approvati. L'avvio al servizio dei volontari e' fissato per il 30 dicembre 2002. Qualora la graduatoria ed il relativo file in Excel non giungano all'Ufficio entro i termini previsti dall'art. 5 del bando; ovvero le informazioni relative ai volontari contenute nel predetto file risultino incomplete, l'Ufficio concorda con l'ente una nuova data di inizio servizio, che di norma coincide con il primo giorno del mese. Nel caso in cui il primo giorno del mese sia festivo, il progetto e' avviato il primo giorno feriale successivo. La paga ai volontari e' corrisposta dall'Ufficio mediante accreditamento diretto delle somme dovute sul libretto postale nominativo. Per i volontari che partecipano a progetti da realizzare all'estero, le somme dovute potranno essere corrisposte anche su conto corrente bancario.

Note all'art. 2.

Dalla data di pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale, l'ente rende accessibile a tutti il progetto approvato, mediante la pubblicazione dello stesso in forma integrale sul proprio sito Internet. L'accesso al sito e' gratuito. L'ente puo' inoltre adottare altre forme di pubblicita' al fine di far conoscere al maggior numero di potenziali candidati il proprio progetto.  Dal sito dell'Ufficio sara' possibile linkare direttamente i siti di tutti gli enti che hanno avuto i
progetti approvati ai quali si riferisce il presente bando. 

Note all'art. 3.

Per partecipare alla realizzazione dei progetti i candidati devono aver compiuto il diciottesimo e non superato il ventiseiesimo (25 anni e 364 giorni) anno di
eta' alla data della scadenza del bando. Tutti gli altri requisiti previsti dal bando devono essere posseduti alla scadenza dello stesso e mantenuti durante tutto il periodo del servizio, a pena di decadenza. Oltre alle donne, sono ammessi alla realizzazione dei progetti i cittadini maschi riformati in sede di visita di leva, oppure riformati successivamente alla predetta visita a seguito di nuovi accertamenti sanitari. Non possono presentare domanda i cittadini maschi che hanno svolto il servizio di leva, anche in qualita' di obiettori di coscienza o siano stati a qualsiasi titolo dispensati, esentati o esonerati dal servizio. Unitamente alla documentazione da inviare all'Ufficio ai sensi dell'art. 5 del bando, occorre trasmettere, per i volontari utilmente collocati nella graduatoria, un certificato medico rilasciato dalla ASL competente o dal medico di famiglia su apposito modulario dal quale risulti l'idoneita' fisica dei singoli volontari all'espletamento delle attivita' previste dallo specifico progetto per il
quale sono stati selezionati.

Note all'art. 4.

Le domande, redatte secondo il modello di cui all'allegato 2 e corredate dalla dichiarazione di cui all'allegato 3 del presente bando, debbono pervenire
esclusivamente all'ente che realizza il progetto, entro il termine perentorio dell'11 novembre 2002. Alla domanda vanno allegati tutti i titoli che si ritengono utili ai fini della selezione. E' possibile presentare domanda di servizio civile per
un solo progetto, a pena di esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti cui si riferisce il presente bando. Non possono presentare la domanda ne' i volontari gia' impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile (non e' possibile cioe' interrompere il servizio per partecipare alle selezioni per un nuovo progetto), ne' chi ha interrotto il servizio prima della scadenza prevista.

Note all'art. 5. 

La selezione e' effettuata dall'ente che realizza il progetto ed al quale sono state inviate le domande. L'ente dovra' stabilire e rendere noti ai candidati i giorni e la sede di svolgimento del colloquio da effettuarsi sulla base di quanto previsto dal modello di cui all'allegato 4 del bando. Il candidato che pur avendo presentato la domanda non si presenta al colloquio nei giorni stabiliti e' escluso dal concorso per non aver completato la procedura di selezione. Il candidato che al colloquio ottiene un punteggio finale inferiore a 36/60 e' dichiarato non idoneo a prestare servizio civile nel progetto per il quale ha sostenuto le selezioni. Nella graduatoria finale sono inseriti tutti i volontari che hanno presentato domanda, compresi quelli dichiarati non idonei. Quanti non hanno sostenuto il colloquio o sono stati esclusi per altri motivi vanno inseriti in coda alla predetta graduatoria con la specifica del motivo dell'esclusione. La graduatoria e' compilata per ogni progetto o sede in cui si articola il progetto, in ordine decrescente rispetto ai punteggi attribuiti. Unitamente alla graduatoria l'ente invia tutti i verbali relativi alle selezioni effettuate. L'ente deve pubblicare sul proprio sito Internet e presso le sedi dove sono state effettuate le selezioni o comunque con altre idonee modalita' la graduatoria provvisoria, avendo cura di apporvi in calce la seguente dicitura: Fatte salve le verifiche a cura dell'Ufficio previste dall'art. 5 del bando. L'ente deve, altresi', trasmettere al seguente indirizzo di posta elettronica dell'Ufficio:
richiestevolontari@serviziocivile.it   i dati relativi a tutti i volontari che hanno presentato la domanda, secondo il tracciato del file in Excel scaricabile dal sito
dell'Ufficio nella sezione modulistica. L'Ufficio provvedera' ad importare i dati nel proprio data base. Nell'inserire i dati gli enti avranno cura di prestare attenzione alla correttezza e alla completezza degli stessi, in quanto le informazioni verranno riversate negli archivi del sistema cosi' come pervenuti. L'Ufficio non
risponde di eventuali dati inseriti in modo erroneo. Il provvedimento di approvazione delle graduatorie e' trasmesso all'ente, il quale ne cura la pubblicazione con le stesse modalita' previste per la graduatoria provvisoria.

Note all'art. 6. 

Oltre ai benefici elencati all'art. 6 del bando, per i volontari all'estero e' prevista anche una assicurazione stipulata dall'Ufficio a favore dei volontari, pari a Euro
361,52. Gli enti potranno stipulare a proprie spese una assicurazione complementare quella stipulata dall'Ufficio per la copertura di rischi eventualmente non coperti. 

Note all'art. 9.

L'attestato di espletamento del servizio deve essere richiesto dall'interessato all'Ufficio. Il predetto attestato non verra' rilasciato ai volontari che hanno
interrotto il servizio.

Mantovaninelmondo 1999-2003
All rights reserved

 liberatiarts Mantova Italy