2003                                                                        INIZIATIVE       Associazione

Centro Culturale Italo-Costaricence

La proposta dei Mantovani nel Mondo all'Ambasciatore italiano in Costa Rica 


Una Fondazione senza scopo di lucro, indipendente da qualsiasi organismo pubblico o privato costaricence: č la proposta di Daniele Marconcini, presidente dell'Associazione Mantovani nel Mondo per mantenere stretti rapporti tra Italia e emigrati in Costa Rica. Lo fa attraverso una lettera all'Ambasciatore italiano in Costarica, Gioacchino Trizzino, tracciando anche un bilancio dei contatti avuti in seguito alla visita dell'AMM nel Paese centroamericano, durante il mese scorso. In quella sede era infatti emersa, secondo quanto riferito da Marconcini, la 
possibilitą di "creare un Centro culturale Italo-costaricence, il cui compito principale sarebbe quello di gestire una scuola italiana per la nostra comunitą e di essere un elemento permanente di divulgazione della cultura italiana". 
Quanto alla Fondazione che il presidente dell'AMM ha in mente, essa " dovrebbe avere quali soci fondatori le organizzazioni che rappresentano la comunitą italiana, a cominciare dalle associazioni regionali quali quella lombarda e mantovana, con il contributo di enti morali come la Dante Alighieri". 
Tale proposta nascerebbe anche dall'esigenza etica "di creare una struttura accessibile a tutti, al di lą delle singole disponibilitą economiche". L'accesso sarebbe privilegiato agli italiani e ai discendenti di italiani, senza escludere naturalmente i costaricensi. Per realizzare tutto questo, Marconcini chiede l'appoggio dell'Ambasciata e Suo personale per "rendere un grande servizio alla comunitą di emigrati, qualificando ulteriormente la presenza istituzionale italiana 

Il testo della lettera del presidente AMM Daniele Marconcini

02/01/2003

Alla cortese attenzione di 
S.E. l'Ambasciatore italiano in Costarica


Gioacchino Trizzino

e p.c.

al dr. Luigi Sansonetti   Presidente del Comites
al Comites del Costarica
alla rapp. Cgie per il Centro America Marina Piazza
al vice Presidente del CGIE Gianni Farina
ai Presidenti dei Circoli mantovani e lombardi in Costarica
all'Ufficio di Presidenza della Regione Lombardia

Eccellenza, a nome dell'Associazione Mantovani nel Mondo, con la presente le esprimo i miei pił fervidi auguri per il nuovo anno.

Colgo l'occasione per ringraziarla della squisita ospitalitą con cui ci ha ricevuto nella ns. recente visita in Costarica e della sua disponibilitą per un comune impegno al fine di risolvere i problemi pił urgenti della Comunitą italiana.

La informo che abbiamo ricevuto notizie molto positive, dai membri dell'Associazione dei Lombardi in Costarica e della Famiglia Mantovana in Costarica, per sviluppare un programma a favore dei discendenti e dei residenti italiani. Un programma che ha suscitato entusiasmo, soprattutto sulla possibilitą di creare un Centro culturale Italo-costaricence, il cui compito principale sarebbe quello di gestire una scuola italiana per la nostra comunitą e di essere un elemento permanente di divulgazione della cultura italiana.Tema che, come ben ricorderą, abbiamo toccato ed approfondito nella riunione con Lei svolta il 3 dicembre u.s.

Avendo esaminato la questione, sentiti gli enti preposti, e avendo consultato i nostri referenti in Costarica, mi permetto di suggerire la creazione di una Fondazione senza scopo di lucro,indipendente da qualsiasi organismo pubblico o privato costaricence.

La Fondazione dovrebbe avere quali soci fondatori le organizzazioni che rappresentano la comunitą italiana, a cominciare dalle associazioni regionali quali quella lombarda e mantovana, con il contributo di enti morali come la Dante Alighieri, ed essendo un ente no-profit potrebbe accedere per la scuola a finanziamenti pubblici (Ministero, Regioni, Enti
locali) o privati (Fondazioni bancarie, donazioni, ecc.).

Tale proposta nasce anche dall'esigenza etica di creare una struttura accessibile a tutti, al di lą delle singole disponibilitą economiche.
 
Tale status potrebbe consentire in futuro di avere persino un riconoscimento dal Ministero italiano della Pubblica Istruzione e di avere quindi una scuola parificata.

L'accesso sarebbe naturalmente privilegiato agli italiani e ai discendenti di italiani, senza escludere naturalmente i costaricensi.

E' indubbio che l'appoggio dell'Ambasciata e Suo personale , sarą fondamentale per la riuscita di questo progetto e sin d'ora le posso assicurare la massima collaborazione e partecipazione dei nostri Circoli in Costarica, oltre quella preziosa gią data da parte di Don Oscar Aguilar Bulgarelli, Presidente della famiglia mantovana in Costarica.

Sono certo che la buona riuscita di questa iniziativa,grazie al suo aiuto, non solo renderebbe un grande servizio alla comunitą italiana qualificando ulteriormente la presenza istituzionale italiana, ma assegnerebbe un ruolo primario di riferimento e di aggregazione all'Ambasciata italiana in Costarica per tutti quegli italiani operanti nel paese.

Italiani che solo in minima parte risultano residenti,pur necessitando di servizi quali una scuola per i loro figli e altre primarie urgenze da risolversi con un urgente confronto costruttivo con le autoritą costaricensi.
 
In attesa di suo positivo riscontro nel salutarla le porgo i miei pił cordiali saluti.

Daniele Marconcini
Presidente dell'AMM

All rights reserved
Mantovaninelmondo© 1999-2003


liberatiarts© Mantova Italy