2003                                                    GUATEMALA        CGIE

Persi 1500 italiani in Guatemala ?

Molti gli italiani in Centro America e in Guatemala quanti ? 

Nelle liste del CGIE (Consiglio Generale degli Italiani all'Estero), l'organismo maggiormente rappresentativo dell'emigrazione italiana, risultano un numero
decisamente esiguo rispetto al numero di italiani  effettivamente presenti nel territorio . 


"Effettivamente in Guatemala non sappiamo quanti italiani ci siano", spiega Germano Bezzina, Presidente del Comites di Città del Guatemala, " perché evidentemente si sono accavallati due atteggiamenti d'indifferenza: l'uno da parte degli stessi italiani, che pigri di natura non si degnano di farsi registrare al Consolato Italiano, e dall'altra, prima d'oggi, le autorità competenti non hanno censito i figli del Bel Paese nell'arco degli anni". 
Ora, il Comites insieme al Consolato ed all'Ambasciata, sta cercando di recuperare il tempo perduto e pure gli italiani spariti nella macchia, attraverso l'impiego di ogni forma di censimento. 
"Esiste una data, il 6 gennaio, entro la quale Ambasciata e Consolato", continua Germano Bezzina, "dovranno consegnare a tutti gli italiani rintracciati una busta contenente i fogli da compilare per un primo censimento. Per sopperire al problema, il Comites cercherà anche tramite l'uso dell'elenco telefonico di rintracciarli tutti". 
All'Aire, l'Anagrafe degli Italiani all'Estero, ne sono iscritti solamente 1775, contro i 3000 che si crede siano presenti realmente. 
"È necessario rintracciare tutti i figli dell'Italia per avere un quadro definito del loro numero e magari anche delle loro attività" continua ancora Bezzina "ma sarebbe anche utile rintracciarli per renderli partecipi d'un progetto che stiamo cercando di portare alla luice: la 
costruzione di un Ospedale Europeo, con la sovvenzione di tutti gli emigrati europei in Guatemala, progetto utile per sopperire alle forti carenze sanitarie". 
"Quanto stiamo facendo per tutti gli italiani sul territorio", conclude Germano Bezzina, "è anche dovuto agli sforzi del neo insediato al posto di Ambasciatore Pietro Porcarelli, che fino ad ora ha superato le aspettative iniziali, dato il passato lavoro delle autorità competenti e tutelanti". 

All rights reserved
Mantovaninelmondo© 1999-2003


liberatiarts© Mantova Italy