Gennaio2003                                            CURIOSI   News 2003

  Il telefonaio ambulante  

La Bolivia dimostra di conoscere molto bene l'arte di arrangiarsi

Come risolvere il problema del servizio telefonico pubblico, senza investire in infrastrutture, senza aumentare i costi e con il massimo di flessibilità ? 
La Bolivia, paese notoriamente povero, ha trovato la soluzione giusta. 
Da La Paz a Santa Cruz a Cochabamba le riconoscete subito le "cabine telefoniche" alla boliviana. Indossano una inconfondibile e appariscente divisa multicolore, portano con sé diversi telefoni cellulari e si spostano da sole alla ricerca dei clienti. Si tratta, lo avrete già capito, di solerti impiegati delle società telefoniche che vanno in giro offrendo telefonate per l'equivalente di circa 1 euro e mezzo. Questa soluzione, che consente di guadagnare senza investire in infrastrutture (cavi, centraline, cabine, ecc.), è stata adottate dalle società telefoniche boliviane: Viva, Entel e Telecel, le quali in quel paese non hanno vita facile.
La Bolivia è infatti uno dei paesi più poveri del Mondo (il 70% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà) ed è priva di una rete telefonica fissa degna di questo nome.
A quanto pare l'iniziativa sta riscotendo successo, e non solo dal lato dell'offerta: costa poco, non è necessario acquistare un cellulare, si trova ovunque, l'utente non deve preoccuparsi di caricare le batterie né di comprare schede e tesserine. 
Non deve neanche preoccuparsi in quale tasca mettere il telefonino, né vive con l'ansia che qualcuno glielo rubi. Visto il successo di mercato, la cosa piace molto anche ai telefonai ambulanti: la paga è buona e con tanti clienti arrivano anche belle soddisfazioni. Decisamente stiamo perdendo colpi. Un'idea così strepitosa non è venuta in mente a noi italiani neanche quando i telefonini costavano milioni (di lire naturalmente) 


All rights reserved
Mantovaninelmondo© 1999-2003


liberatiarts© Mantova Italy