19 ottobre 2002                                           INCONTRI     AMM   News 2002

  Studentesse brasiliane all'Università di Mantova 

Anche quest'anno, 5 studentesse brasiliane sono giunte in città per frequentare la Facoltà di Architettura, sede distaccata dal Politecnico di Milano


Sono Fernanda e Michele, provenienti da Caxias do Sul, nello Stato di Rio Grande do Sul e Manuela, Lorena e Ana Carolina, provenienti da Vitoria nello Stato di Espirito Santo. In questa intervista abbiamo chiesto ad ognuna di loro aspettative, impressioni e di svelarci qualche aspetto del loro carattere. 

Le studentesse con il presidente Marconcini

Gli obiettivi e le motivazioni che vi hanno spinto a intraprendere questa esperienza?
Fernanda: Il mio obiettivo è quello di aprirmi porte nuove e conoscere nuove opportunità. Frequentare i corsi di questa prestigiosa opportunità è un privilegio; inoltre la mia idea è anche quella di cominciare a valutare se poter fare qua in Italia un corso post-laurea.
Michele: Il mio obiettivo è di conoscere una realtà diversa: persone nuove, una nuova lingua, anche una mentalità diversa e quella di farmi nuovi amici. Anche a me piacerebbe l'idea di fare un successivo master qua in Italia.
Manuela
: Spero di conoscere una nuova cultura, nuove persone. 

Questa è un'opportunità davvero interessante sia sotto il profilo professionale che personale. Inoltre sarà una soddisfazione per me imparare la lingua italiana.
Ana Carolina: E' un'esperienza questa che mi permette di arricchirmi sotto diversi aspetti: quello professionale ma anche dal punto di vista umano. Inoltre mi sarà possibile frequentare corsi che nella nostra università in Brasile non esistono.
Lorena: Mi ha sempre affascinato l'idea di poter fare un'esperienza di scambio culturale come questa e in particolare l'idea di venire in Italia. Sarà un'esperienza stimolante sotto tanti aspetti perché mi permetterà di conoscere tante cose nuove.

Quale è stato il vostro primo impatto con l'Italia? Quali differenze avete già potuto apprezzare rispetto al vostro paese?
Fernanda e Michele: Le differenze? Beh, rispetto al brasiliano l'italiano è più educato nei modi di fare e forse nel vostro paese c'è un maggiore amore per la cultura. Un lato rispetto al quale invece il Brasile si fa più apprezzare è la capacità di essere ricettivi: c'è maggiore abitudine nel nostro paese ad ascoltare lo straniero a cercare di capirlo e di comunicare con lui. Questo dipende anche dalla diversa storia dei due paesi.
Manuela, Ana Carolina e Lorena: Il Brasiliano si mostra più ricettivo e più affabile, mentre qui, soprattutto rispetto alle nostre abitudini, abbiamo trovato da parte della gente un pò di riservatezza. Ma il paese ci piace molto, senza dubbio qui si respira molta cultura. Per i 
nostri studi di Architettura poi, potere ammirare i capolavori che sono sparsi per l'Italia è senza dubbio una esperienza indimenticabile.
 
Se doveste descrivere le vostre compagne in poche parole, che parole usereste?
Fernanda: Michele è una persona molto generosa che aiuta gli altri anche più di quanto potrebbe.
Michele: Fernanda è una ragazza dall'incredibile forza di volontà; quando ha un obiettivo, si impegna al massimo per raggiungerlo.
Manuela: Ana Carolina è una ragazza che ama molto la compagnia e che è davvero piacevole avere in gruppo, Lorena è una persona dalla grande apertura mentale.
Lorena: Manuela è una persona che si organizza e che sprona il gruppo, una che è sempre pronta a impegnarsi per una giusta causa. Ana Carolina è una ragazza piena di attenzioni e molto rispettosa.
Ana Carolina: Manuela è una persona che sa coinvolgere gli altri, che spinge a fare, è una persona positiva. Lorena è una ragazza molto simpatica e sempre di buon umore, con la quale è piacevole stare in compagnia. 

Fabio Veneri


All rights reserved
Mantovaninelmondo© 1999-2002


liberatiarts© Mantova Italy