07 settembre 2002 -Speciale MAGNACAVALLO   News 2002

Breve ed intensa cerimonia a Magnacavallo 
 per il 125 ° dell'emigrazione mantovana

cerimonia

di Pietro Liberati

cerimonia

Sentita cerimonia questa mattina a Magnacavallo  presso il monumento all'emigrante. Come ogni anno, il parroco don Fiozzi, ha celebrato una funzione religiosa in ricordo di quanti  lasciarono la propria terra con la speranza di un futuro migliore in altri luoghi. Oltre al sindaco, Andrea Pinotti, erano presenti: il consigliere regionale Lucchini, il sindaco di Carbonara Po A. Pradella, una delegazione dell'Associazione Mantovani nel Mondo con il presidente Daniele Marconcini, vari rappresentanti degli emigrati, due Carabinieri ed il Comandante della locale Stazione formavano il picchetto d'onore alla cerimonia.
Dopo aver letto i saluti delle Autorità, che per impegni istituzionali non hanno potuto presenziare, il sindaco Pinotti ha ripercorso brevemente le tappe che hanno portato Magnacavallo ad essere la "capitale morale dell'emigrazione mantovana". Lo ha fatto ricordando le figure di coloro che, negli anni passati, gettarono le basi per i Comitati a favore degli emigrati, sorti poi  successivamente, l'avvocato Benatti e l'ex sindaco Pinotti deceduto l'anno passato. 
Dello stesso tenore è stato l'intervento di Albertino Pradella, sindaco di Carbonara Po, che ha voluto ricordare un suo illustre concittadino che fu un'emigrante tra quelli che la fortuna se la costruì veramente e che ha lasciato in dono al Comune, l'attuale sede municipale. 
A seguire, l'intervento del presidente Marconcini che ha ricordato come l'Associazione da lui presieduta, è stata l'evoluzione naturale dei Comitati sorti a Magnacavallo, ne ha tracciato un breve consuntivo presentandone la futura evoluzione in Onlus. Il tema principale dell'intervento di Marconcini si è sviluppato nel tracciare un quadro della difficile situazione creatasi in  America Latina in quest'ultimi anni. Situazione ormai divenuta drammatica in Argentina, che richiede un'urgente intervento istituzionale per salvaguardare i nostri connazionali che vivono in quel Paese. -"Per rendersi conto a  quale punto si è giunti", - ha proseguito Marconcini, -"è sufficiente dire che la Prefettura di Brescia ha istituito un'unità di crisi per il previsto rientro in quella provincia di circa 2000 persone. Noi come Associazione ci siamo attivati da tempo, già all'inizio dell'anno abbiamo inviato un documento di intendi a Prefettura, Provincia ed a tutti i Sindaci, per promuovere iniziative di sostegno a favore dei nostri connazionali che vivono in Argentina. Numerosi ad oggi, sono i Comuni che  hanno aderito a tale iniziativa. Nei giorni scorsi alla Fiera  Millenaria di Gonzaga abbiamo presentato, insieme ad altri organismi, un progetto riguardante l'agricoltura biologica da attuarsi in Argentina e nel proseguo ci adopereremo per la creazione di ulteriori progetti tesi al medesimo scopo. Prioritario ed urgente sarà l'adeguamento, con cambiamenti migliorativi dettati dalla realtà attuale, della legge regionale sull'emigrazione della Regione Lombardia risalente al 1985". Su questo aggiornamento della legislazione lombarda, concorda, il consigliere regionale Lucchini, che nel suo intervento ha elogiato la capacità e lo spirito di sacrificio con cui i mantovani hanno affrontato, in ogni tempo, il dramma dell'emigrazione contribuendo a creare quell'alone di ammirazione e prestigio che accompagnano il nome dell'Italia nel Mondo. 
In precedenza è intervenuto anche il sermidese, abitante a Ferrara, Luigi Guidorzi. Socio fondatore e vice presidente dell'A.M.M., che ha riassunto il suo coinvolgimento iniziato con la ricerca dei famigliari emigrati in Brasile, proseguito successivamente  con l'adesione ai Comitati e sfociato nel matrimonio, allietato da due figli, con Celia Regina Gandini conosciuta in occasione dell'inaugurazione del monumento all'emigrante, nel 1990.
Le Autorità si sono spostate in Piazza IV° Novembre dove la cerimonia è proseguita con l'inaugurazione dei giardini pubblici da parte del Consigliere della Regione Lombardia Lucchini.  Le manifestazioni del 125° anniversario dell'emigrazione mantovana sono proseguite in serata con la proiezione di diapositive ed il concerto della Banda di Poggio e Quistello. 

Altre immagini

Una panoramica di Piazza IV Novembre e dei nuovi giardini

Il Sindaco di Magnacavallo
Il Sindaco di Magnacavallo
Andrea Pinotti 
Il Sindaco di Carbonara Po 
Il Sindaco di Carbonara Po 
Albertino Pradella

Daniele Marconcini presidente dell'A.M.M.
Daniele Marconcini 
presidente dell'A.M.M.
Il consigliere Regionale Enzo Lucchini
Il consigliere Regionale 
Enzo Lucchini
Luigi Guidorzi Vicepresidente dell'A.M.M.
Luigi Guidorzi
Vicepresidente dell'A.M.M.

liberatiarts© Mantova Italy 
All rights reserved
Mantovaninelmondo 1999-2002