19 settembre 2002                                            PROGETTI    EUROPEI   News 2002

Programma  EQUAL 

Dalla Commissione europea per promuovere uguali opportunità 
di accesso al mercato del lavoro.


Il programma di iniziativa comunitaria EQUAL rinnova l'impegno della Commissione europea per promuovere uguali opportunità di accesso al mercato del lavoro.
Obiettivo generale dell'iniziativa è la lotta a tutte le forme di discriminazione e di disuguaglianza nel mercato del lavoro, sia per i gruppi sociali già inseriti nel mondo del lavoro, sia per quanti ne sono esclusi.
L'iniziativa si articola per temi, uno dei quali è prevenire (e lottare contro) forme di razzismo e xenofobia, e si concretizza in progetti innovativi, a carattere transnazionale.
Prevenire (e lottare contro) forme di razzismo e xenofobia significa, in estrema sintesi, operare affinché venga riconosciuto da tutti a tutti lo status di "persona". La fine di ogni forma - conscia od inconscia - di razzismo sarebbe, infatti, sapere e potere esprimere in tutta obiettività anche il più negativo dei giudizi su una 'persona', prescindendo totalmente dal colore della sua pelle, dal suo sesso, dalla sua religione, dalla sua provenienza sociale, vedendola solo come persona. Da queste considerazioni nasce, bell'ambito del programma EQUAL, il progetto PERSONA.
Il progetto PERSONA, co-finanziato dal Fondo Sociale Europeo, approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, è realizzato dalla F & in collaborazione con:
ACCADEMIA NAZIONALE DELLE ARTI - PARSEC - F.I.L.E.F - Federazione Italiani Lavoratori Emigranti e Famiglie - FUTURE & MEMORY - ARCHIVIO DELL'IMMIGRAZIONE e con il patrocinio di :COMUNE DI FORMELLO -GOETHE INSTITUT ROM



Dal 28 settembre al 6 ottobre 2002 presso il Teatro Stabile di FORMELLO in una versione in anteprima mondiale la Compagnia del Teatro Stabile  dell'Accademia Nazionale delle Arti
Presenta:  L'Isola degli Schiavi di P.C. de Marivaux - Regia: Federica Tatulli
Con: Federica Tatulli, Marco Belocchi, Walter Toschi, Paolo Ricchi, Valentina Marziali
Scene: Simone Bertugno - Costumi: Paola Romoli Venturi

"L'Isola degli Schiavi" affronta l'emblematico conflitto tra schiavi e padroni e si presenta come un affresco del "Secolo della Ragione", rigoroso nel suo impianto teorico, ma abilmente trasfigurato in una sorta di sogno, divertimento fantastico in cui si progetta una realtà umana più ricca e più giusta. 

La rappresentazione si inserisce nell'ambito delle attività del progetto PERSONA cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo, approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nel quadro del programma EQUAL, realizzato dalla F&M di Roma in collaborazione con l'Accademia Nazionale delle Arti; l'Associazione Parsec; la F.I.L.E.F. (Federazione Italiani Lavoratori Emigranti e Famiglie); la Future & Memory; l'Archivio dell'Immigrazione; e con il patrocinio del Comune di Formello e del Goethe Institut Rom.
Prevenire (e lottare contro) forme di razzismo e xenofobia significa, in estrema sintesi, operare affinché venga riconosciuto da tutti a tutti lo status di "persona". La fine di ogni forma - conscia od inconscia - di razzismo sarebbe, infatti, sapere e potere esprimere in tutta obiettività anche il più negativo dei giudizi su una 'persona', prescindendo totalmente dal colore della sua pelle, dal suo sesso, dalla sua religione, dalla sua provenienza sociale, vedendola solo come persona. Da queste considerazioni nasce, bell'ambito del programma EQUAL, il progetto PERSONA che utilizza la rappresentazione scenica come strumento in grado di arrivare alle coscienze a loro insaputa agendo sul medesimo piano emotivo e irrazionale dal quale nascono paure immotivate e rimozioni spaventate in Italia per promuovere la cultura della tolleranza e dell'integrazione.

Per Prenotazioni e Prevendita "L'Isola degli Schiavi" telefonare al numero 06.908.99.69.
Teatro Stabile di Formello, V. le Regina Margherita 10 00060 Formello (RM)



All rights reserved
Mantovaninelmondo© 1999-2002


liberatiarts© Mantova Italy