Speciale fiera MILLENARIA                         < precedente  -   successivo >

  ALBUM

Consegnati i volumi "Al ben di nòstar vèc " 
ai missionari mantovani 

di Pietro Liberati

l'intervento del presidente dell'Associazione Mantovani nel Mondo, Daniele Marconcini

Nella cornice del chiostro dell'ex  convento S.Maria di Gonzaga, la  consegna dei  volumi al Centro Missionario Mantovano, al Gruppo di Villa Pasquali e all'Associazione Senza Frontiere di Castel Goffredo che provvederanno successivamente  alla 

i responsabili del Centro Missionario Mantovano, al Gruppo di Villa Pasquali e all'Associazione Senza Frontiere di Castel Goffredo

distribuzione diretta ai missionari mantovani sparsi per il mondo.

  il presidente de "Al Fogolèr", Wainer Mazza  l'intervento del sindaco di Gonzaga, Antonella Forattini  il prof. Carlo Prandi
      Wainer Mazza                   il sindaco Antonella Forattini         prof. Carlo Prandi

Alla presenza del S.E. il Vescovo Egidido Caporello, del sindaco di Gonzaga, Antonella Forattini, don Luigi Caramaschi, don Stefano Siliberti e numerose personalità si è svolta la sentita cerimonia.  Dopo una breve presentazione tenuta dal presidente dell'Associazione Mantovani nel Mondo, Daniele Marconcini, sui significati e l'importanza dell'iniziativa, sorta sia per ricordare il 125º anniversario degli emigrati mantovani. (ricordiamo che nel 1877 ben 50 mila persone  lasciarono la provincia mantovana per cercare fortuna all'estero) e sia  per ricordare i  missionari mantovani don Favali, Don Maraglio e don Bergamaschi, scomparsi recentemente e sepolti lontano dall'Italia. Quest'opera dialettale, ha concluso il suo intervento Marconcini, " sarà compresa dai nostri emigrati forse meglio che se fosse scritta in italiano, infatti nelle comunità all'estero il dialetto è comunemente parlato e si conserva come una lingua viva". Presentato dal presidente de "Al Fogolèr", Wainer Mazza, ha preso la parola il prof. Carlo Prandi, docente universitario, che ha illustrato le motivazioni i significati e l'importanza dei contenuti del volume. Ha sottolineato il merito degli autori Franco Ferrari e Claudio Quarenghi che con tenacia e passione hanno cercato nell'intera provincia mantovana le fonti da cui attingere le preghiere, dovute principalmente alla tradizione orale.  Dopo un breve saluto di commiato del sindaco, al Vescovo ed ai presenti, per precedenti impegni istituzionali, Francesca Campogalliani, che nel libro ha commentato la parte iconografica rappresentata dai circa 40 «santini»,  ha spiegato le sfumature, a volte colorite, che solo un vero esperto riesce a cogliere tra le pieghe di un foglietto di carta disegnata. Un mondo di carta, umile, ma al tempo stesso forte e carico di significato e che, ha sostenuto la Campogalliani.  "non deve essere disperso o dimenticato."
Dietro la sollecitazione di Wainer Mazza, Franco Ferrari e Claudio Quarenghi, hanno poi letto alcune delle  preghiere. Nell'intervento conclusivo il vescovo ha sostenuto l'importanza di tali preghiere, rammaricandosi che pur essendo sommersi dalla comunicazione di massa non siamo più in grado di inventare o recitare una preghiera con parole nostre, spontanee così come ben facevano i nostri padri. Un costume che appartiene ormai al passato. Al termine sono stati consegnati i volumi  ai responsabili delle Associazioni che provvederanno a consegnarli ai missionari e comunità mantovane all'estero 
La ristampa del volume, già pubblicato nell'anno 2000 da " Al Fogolèr", è stata resa possibile dal  finanziamento regionale ottenuto dall'Associazione Mantovani nel Mondo.testo del saluto al Vescovo del presidente dell'AMM


Francesca Campogalliani,
Francesca Campogalliani 

, Franco Ferrari
Franco Ferrari

Claudio Quarenghi
Claudio Quarenghi

S.E. il Vescovo Egidido Caporello
S.E. il Vescovo Egidido Caporello

All rights reserved
Mantovaninelmondo© 1999-2002


liberatiarts© Mantova Italy